user
06 marzo 2018

Foggia, Agazzi: "La nostra forza è l’unione"

print-icon
foggia_agazzi

Davide Agazzi, centrocampista del Foggia (sito ufficiale Foggia)

Il centrocampista in conferenza stampa: "Nonostante l’infortunio posso dire di aver sempre dato il massimo, anche dall’esterno si è visto che qui l’affiatamento è grande e i risultato che sono arrivati lo dimostrano"

Dopo il rinvio della partita contro l’Empoli, il Foggia di Giovanni Stroppa si focalizza ora sulla sfida in programma sabato alle ore 15 contro il Perugia. Altra giornata di lavoro per i rossoneri che intendono prolungare il loro momento positivo trovando continuità e provando a salire ancora in classifica. Sono ora 37 i punti conquistati dopo 28 partite giocate, il Foggia riparte dal suo dodicesimo posto per continuare a sognare l’obiettivo playoff. Intanto, oltre al lavoro sul campo, in sala stampa si è presentato Davide Agazzi. Il centrocampista ha parlato principalmente del momento della squadra e delle ambizioni del gruppo in vista del finale di stagione: "La vera svolta è stata in casa con il pareggio con il Venezia prima e la vittoria di Salerno poi, pur riconoscendo che l’arrivo dei nuovi calciatori al mercato di gennaio ci ha fatto fare un bel salto di qualità - ha confessato il giocatore - sono stato fermo completamente per 30 giorni, poi l’infrasettimanale con il Novara mi ha dato la possibilità di recuperare con il gruppo la mia condizione. Per fortuna ora sto bene e sono a disposizione dell’allenatore per le prossime gare".

"Ora mi sento bene"

"Posso dire di aver sempre dato il massimo, quello che mi ha dato fastidio è stato l’infortunio. Ora la stagione continua e devo tornare ai livelli di inizio stagione per dare una mano a questo gruppo. Ho avuto uno stiramento di secondo grado all’adduttore che mi ha fermato. Si è visto dall’esterno come qui ci siano unione e affiatamento; i risultati si sono visti. Gli avversari? Sono tutti difficili da affrontare e ogni punto è pesante per la categoria. O si scende in campo al 100% o sono tutte difficili. Non abbiamo giocato con l’Empoli ma abbiamo dato continuità agli allenamenti e saremo pronti". Poi sul prossimo avversario: "Il Perugia era partito fortissimo poi ha avuto un calo dopo la sconfitta di Foggia. Hanno cambiato allenatore e ora sono una delle formazioni più in forma del campionato. Hanno acquistato anche Diamanti che non ha bisogno di presentazioni ma bisognerà vedere come sta a livello fisico. Se ritrova la condizione può essere determinante per loro. Abbiamo avuto difficoltà in casa solo nei risultati e non nelle prestazioni. Dobbiamo trovare la stessa identità sia in casa che fuori. Allo Zaccheria dobbiamo provare a giocare cercando più spazi ma bisogna lavorare affinché non si notino differenze tra casa e trasferta. In Serie B bisogna pensare partita per partita e cercare di raggiungere la salvezza al più presto e poi quello che viene è tutto di guadagnato", ha concluso Agazzi.

Serie B 2017-2018, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi