user
10 marzo 2018

Cremonese, Tesser: "Partita dominata"

print-icon
tesser_getty

Attilio Tesser, Cremonese (Getty)

L’analisi dell’allenatore: "Diciamo che su 90 minuti ne abbiamo dominati almeno 70 e sarebbe stato giusto portare a casa tre punti che sarebbero stati meritati ma purtroppo non ci siamo riusciti. E’ un momento particolare ma non ci piangiamo addosso"

La Cremonese rimanda ancora l’appuntamento con la vittoria e pareggia la partita in casa contro il Cittadella. La formazione allenata da Attilio Tesser chiude la giornata con un 1-1 che gli permette di salire a quota 40 punti al decimo posto della classifica di Serie B. Così dopo la sfida contro la squadra di Venturato l’allenatore della formazione grigiorossa ha parlato della ai microfoni di Sky Sport della sfida e della prestazione dei suoi ragazzi: “Penso che per un tempo abbiamo letteralmente dominato la partita per gioco e per intensità - ha dichiarato - è stato il più bel primo tempo della stagione. Non abbiamo fatto altrettanto bene nei primi 15’ della ripresa ma non abbiamo comunque corso pericoli, semplicemente su un calcio d’angolo e su cui hanno fatto un blocco che ha funzionato e ha permesso all’avversario di trovare il gol. Poi c’è stato un periodo di nuovo equilibrio e poi abbiamo avuto nuovamente grandi occasioni da sfruttare. Diciamo che su 90 minuti ne abbiamo dominati almeno 70 e sarebbe stato giusto portare a casa tre punti che sarebbero stati meritati ma purtroppo non ci siamo riusciti”.

Si allunga la striscia senza vittorie

E ancora, sul periodo del gruppo: “Arriviamo da partite senza vincere? I ragazzi oggi hanno fatto molto bene ma sappiamo che non portare a casa le vittorie poi finisce per incidere sulla testa di un gruppo. Il filo conduttore è che in partita la squadra merita ampiamente la vittoria, ma se non la porti a casa come a Bari che con un tiro in porta abbiamo perso… E’ un momento particolare, questo è il periodo dei tanti infortuni in difesa dopo aver superato quello in cui eravamo senza attaccanti. Non ci siamo mai pianti addosso e andiamo avanti così, siamo una squadra viva che merita molto di più di quello che riesce a portare a casa. Non so se la piazza si fosse illusa ma penso che molti siano coscienti e coerenti nell’incitarci per sostenerci anche in un momento particolare come questo. Oggi mi sono arrabbiato perché dalle tribune ho ricevuto insulti gratuiti da pochissimo tifosi, c’è un limite di decenza ma non voglio generalizzare nulla per quello che riguarda la gente di Cremona che mi regala tantissimo affetto”.

Serie B, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi