user
14 marzo 2018

Cittadella, il ds Marchetti: "Pronti a soffrire"

print-icon
marchetti_gabrielli_lapresse

Il ds Marchetti con il presidente Gabrielli (LaPresse)

"Adesso arriverà la parte più difficile del campionato - ha dichiarato il direttore sportivo - perché tutti saranno in lotta per qualcosa: chi per la salvezza, chi per la promozione. I punti peseranno sempre di più, le avversarie saranno agguerrite e ogni gara sarà una battaglia"

Il Cittadella lavora per preparare il prossimo impegno in programma sabato prossimo in casa, al Tombolato, contro il Bari. Mentre la squadra lavora sul campo sotto gli occhi di Roberto Venturato e del suo staff, il direttore sportivo Stefano Marchetti ha potuto parlare del momento del gruppo, delle ambizioni del club e delle aspettative per questo finale di stagione. Queste le sue parole: “Adesso arriverà la parte più difficile del campionato - ha dichiarato a Padova Sport - perché tutti saranno in lotta per qualcosa, chi per la salvezza, chi per la promozione. I punti peseranno sempre di più, le avversarie saranno agguerrite, ogni gara sarà una battaglia e per questo bisognerà essere pronti anche a soffrire, a far girare palla una volta in più. Sabato per esempio al Tombolato arriverà il Bari che è una delle squadre più attrezzate di tutta la Serie B: E’ impensabile dominare la gara dall’inizio alla fine, ci saranno momenti dove occorrerà mantenere il possesso della palla, farla girare anche all’indietro se servirà. Ripetersi a così alti livelli è l'impresa più difficile da raggiungere e vanno riconosciuti gli sforzi fatti da società, allenatore e e giocatori”.

"Vedere questi risultati mi riempie d’orgoglio"

E ancora: “Speravamo di essere così in alto a questo punto della stagione e vedere che i risultati premiano il nostro lavoro di questi anni mi riempie d'orgoglio. Ora ci attendono due mesi da vivere con lo spirito giusto e con grande entusiasmo sia da parte della squadra sia dell'ambiente. Tutti assieme possiamo realizzare qualcosa di straordinario per questi colori”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente Andrea Gabrielli che ha parlato al Corriere del Veneto: "L'ultimo successo contro la Cremonese è molto importante e ci permette di restare aggrappati al treno delle squadre di testa, peccato per le vittorie di Palermo ed Empoli. Il terzo posto ci aveva ingolosito, anche perché siamo vicini al secondo, ma dobbiamo ragionare gara dopo gara per arrivare più avanti possibile. Prima c'è da conquistare i playoff, che non è così scontato".

Serie B, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi