user
16 marzo 2018

Virtus Entella, c'è il Parma. Aglietti: "Concentrati su noi stessi. Icardi può giocare"

print-icon
Alfredo Aglietti - Entella

Alfredo Aglietti, allenatore della Virtus Entella (getty)

L'allenatore biancazzurro verso la sfida con il Parma: "Dobbiamo metterla sul ritmo, con i giusti accorgimenti e la giusta testa possiamo vincere. Necessario preoccuparsi di noi stessi"

SERIE B, CALENDARIO E ORARI DELLA 31^ GIORNATA

La vittoria a Chiavari non arriva da fine dicembre per l’Entella, che vuole finalmente mettere fine al periodo estremamente negativo davanti ai propri tifosi. Per trovare punti importanti per la salvezza bisognerà fare un’ottima prestazione contro l’insidioso Parma: “Sarebbe bello poter raggiungere un successo contro una squadra che ha vinto coppe europee - ha detto Alfredo Aglietti in conferenza stampa - Poi sappiamo le difficoltà che hanno avuto e ora stanno ritornando a livelli importanti. Non dobbiamo preoccuparci degli avversari. Ribadisco che quello che è più importante è concentrarci su di noi, fare una prestazione importante, cercare di essere lucidi, aggressivi, determinati e non farli respirare”. Icardi, dopo l’esordio a Empoli, potrebbe trovare posto da titolare: “Non solo lui - ha aggiunto l’allenatore biancazzurro - Come ho sempre detto, guardo la settimana, gli allenamenti e chi sta meglio. Poi faccio le scelte, qualcuno si può stupire ma non sono scelte dettate dalla fantasia o da come mi sveglio alla mattina. Sono scelte ponderate nei minimi termini per quello che vedo negli allenamenti. Icardi sta bene, quando è arrivato era in difficoltà perchè a Catanzaro negli ultimi mesi si era allenato poco. Sta ritrovando la giusta condizione, domenica a Empoli ha esordito, ha fatto bene ed è normale che si propone come un potenziale titolare non solo nella partita di domani ma anche in quelle successive”.

"Dobbiamo essere più aggressivi"

Squadra, l’Entella, che ancora cerca una sua identità in attacco: “Siamo passati a giocare anche con due punte più vicine, quindi il potenziale offensivo in teoria dovrebbe essere aumentato - ha continuato Aglietti - È vero che la fase offensiva non la fanno solo gli attaccanti, ma ci vuole più partecipazione da parte di tutti. Dobbiamo fare le cose con più cattiveria e con più qualità. La qualità però è una cosa che si ha o non si ha. Domani, ma non solo domani, dobbiamo essere un po' più aggressivi e cercare di mettere la partita più sul ritmo. Soluzioni particolari? A parte Aramu, che chiaramente è più trequartista, davanti abbiamo giocatori come De Luca, La Mantia e Llullaku, che possono giocare tutti e tre benissimo insieme”, ha concluso.

Serie B 2017-2018: gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi