user
08 aprile 2018

Entella, Aglietti: "Non c’è nulla da salvare"

print-icon
aglietti_getty

Alfredo Aglietti, Entella (Getty)

L’analisi dell’allenatore: "L'unica scusante che possiamo avere è che in questo ultimo mese abbiamo speso tanto a livello psicofisico e la squadra non era brillante né fisicamente né mentalmente. La possibilità di salvarci c’è"

Nella partita contro il Cesena, la Virtus Entella ha perso uno scontro diretto importante per il proseguimento della stagione. Un ko netto che ha così fermato la corsa della squadra ligure che era reduce dal pareggio contro il Brescia, un 3-0 firmato Kupisz, Schiavone e Dalmonte che ha bloccato l’Entella al 19° posto in classifica. La formazione allenata da Alfredo Aglietti resta così ferma a quota 36 punti nella graduatoria di Serie B, in zona playout e non prossimo turno - in programma contro l’Avellino in casa - non sono ammessi altri passi falsi. Al termine della partita l’allenatore della squadra ligure ha commentato così la brutta giornata dei suoi, la sconfitta e la prestazione. Queste le sue dichiarazioni al canale ufficiale del club: "Quella di oggi è una prestazione è totalmente negativa di cui mi assumo io tutte le responsabilità - ha detto Allieti - quando si viene a giocare una partita del genere e l'atteggiamento è questo sicuramente anche io non sono stato bravo a far capire la squadra che dovevamo avere un piglio e una cattiveria ben diversa".

"Oggi non c'è niente da salvare. L'unica scusante che possiamo avere è che in questo ultimo mese abbiamo speso tanto a livello psicofisico e la squadra non era brillante né fisicamente né mentalmente. Nei primi quindici minuti il Cesena ha indirizzato la partita a proprio piacimenti e nel primo quarto d'ora la partita era già finita - ha proseguito l’allenatore - è normale che abbiamo perso questa partita ma la lotta salvezza deve continuare. E' una partita che ci deve far capire che per arrivare alla salvezza bisogna fare cose diverse. Sabato abbiamo subito l'opportunità di rifarci. Arriva al Comunale l'Avellino, sarà un altro scontro diretto. Inizia oggi un mini torneo di otto partite in cui avremo quattro, cinque scontri diretti e toccherà a noi. Se l'atteggiamento è questo sarà difficile farcela, se l'atteggiamento sarà quello visto nelle partite precedenti a questa la fiducia deve essere diversa. La possibilità di farcela c'è, oggi è stato un passaggio a vuoto, martedì si tornerà a lavorare con l'obiettivo di fare prestazioni diverse sicuramente", ha concluso.

Serie B, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi