user
14 aprile 2018

Venezia, Inzaghi: "Abbiamo fatto noi la partita"

print-icon
inzaghi_getty

Filippo Inzaghi, Venezia (Getty)

L’allenatore: "Anche oggi la prestazione c’è stata, le prestazioni ci sono sempre state e se dovessimo vincere la prossima sarebbe un ulteriore mattoncino verso il nostro sogno. Fuori casa abbiamo raccolto meno di quanto meritato e prodotto, ultimamente ci gira un po’ male"

Pareggia il Venezia di Filippo Inzaghi, dopo la sconfitta della scorsa settimana contro il Brescia i veneti conquistano un punto nella partita contro il Perugia. Decidono le reti di Modolo e Bonaiuto, il Venezia sale dunque a quota 51 punti (al settimo posto della classifica di Serie B), in attesa di tornare in campo per il turno infrasettimanale. Al termine della gara l’allenatore dei veneti Inzaghi ha commentato la prestazione dei suoi calciatori e la giornata della squadra in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni: “Non bisogna mai dimenticare che siamo una neopromossa e se una squadra neopromossa viene a giocare a Perugia in questo modo, propositivo e aggressivo penso che possiamo coronare il nostro sogno. Anche oggi la prestazione c’è stata, le prestazioni ci sono sempre state e se dovessimo vincere la prossima sarebbe un ulteriore mattoncino verso il nostro sogno. Fuori casa abbiamo raccolto meno di quanto meritato e prodotto, ultimamente ci gira un po’ male. Anche oggi siamo stati sfortunati, c’è stato questo questo tiro rimpallato due volte e Buonaiuto ha segnato, però prendiamoci la prestazione che è quella che ci permetterà di raggiungere gli obiettivi”.

“Abbiamo grande rammarico anche se prima della partita avremmo firmato per un risultato del genere, dopo no. Il nostro portiere è stato pressoché inoperoso ed abbiamo avuto il pallino del gioco. Se abbiamo avuto la capacità di venire a giocare al Curi così, significa che come neo-promossi possiamo continuare a sperare in questo sogno. Nelle ultime partite abbiamo raccolto meno di quanto prodotto, dobbiamo mantenere la posizione che abbiamo con le unghie e con i denti. Dobbiamo tentare di coronare il nostro sogno. Il Perugia, per i giocatori che ha, meriterebbe di salire, ma noi siamo venuti qui ed abbiamo fatto la partita. Ultimamente ci gira tutto un po’ male, ma per me non è una scusa.  Abbiamo sofferto poco e abbiamo giocato con personalità e sfacciataggine positiva. Dobbiamo vincere martedì, sarà fondamentale. Anche per questo ho fatto un po’ di turnover”, ha concluso l’allenatore.

Serie B, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi