Venezia, Inzaghi: "Adesso possiamo sognare"

Serie B
Venezia_-_Entella

"Sono contento, abbiamo diversi giocatori che lo scorso anno erano in Lega Pro e alcuni dispersi in Serie D. Al primo approccio dovevamo capire i nostri obiettivi, ma ero fiducioso perché chi gioca da sempre grandi risultati", ha detto l’allenatore dopo il novantesimo

Un 2-0 netto in casa al Penzo contro la Virtus Entella (firmato Geijo e Falzerano) ha consegnato i tre punti al Venezia di Filippo Inzaghi, che ha così fatto un ulteriore passo avanti verso i playoff- sogno e obiettivo di questo finale di stagione. L’allenatore si è detto soddisfatto da quanto visto in campo e già si è proiettato verso un altro importante impegno, quello del prossimo turno in trasferta a Novara. Fischio d’inizio sabato alle ore 15, un’altra occasione per continuare a salire nella graduatoria. Dopo la fine del match contro la squadra ligure, lo stesso Inzaghi ha parlato così della prestazione e della vittoria di serata: "Oggi con i ragazzi sono stato chiaro, abbiamo raggiunto l’obiettivo della salvezza - ha dichiarato - adesso possiamo sognare. Con l’Entella non era facile, una squadra chiusa dietro. Una volta trovato il vantaggio si sono aperti e sfiorato il raddoppio. Adesso abbiamo quattro punti di vantaggio sugli inseguitori, iniziamo a sognare. Sono contento, abbiamo diversi giocatori che lo scorso anno erano in Lega Pro e alcuni dispersi in Serie D. Al primo approccio dovevamo capire i nostri obiettivi, ma ero fiducioso perché chi gioca da sempre grandi risultati".

"Adesso crediamo ai playoff, Novara sarà fondamentale. Se dovessimo portare via un risultato importante si metterà in discesa. All’inizio non c’ha pensato nessuno, dopo una promozione l’obiettivo era la salvezza. La squadra penso che lo meriti, ma adesso dobbiamo crederci. Nessuna squadra c’è stata superiore, abbiamo giocato a testa alta anche contro Frosinone ed Empoli. Sono contento per la crescita di questi ragazzi. Geijo? Ha fatto un’ottima partita. Per Perugia avevo voluto mettere Marsura perché la caratteristica della partita lo richiedeva. Sono contento anche per la rete di Falzerano che comunque gioca sempre bene, e va considerato che circa un anno e mezzo fa giocava nel Bassano. Per quanto riguarda la classifica, io guardò sempre la zona che sta sotto di noi. Le prossime saranno tutte partite difficili, perché tutte le squadre hanno bisogno di far punti", ha concluso Filippo Inzaghi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche