user
25 aprile 2018

Pescara, Fiorillo: "Ci siamo resi conto di qual è l’atteggiamento giusto"

print-icon
pescara_lapresse

Il Pescara è tornato a vincere contro lo Spezia (LaPresse)

Ora la Ternana: "Ci stiamo preparando a dovere. Sappiamo che affronteremo una squadra in gran forma e caricatissima dopo la vittoria nel derby a Perugia, ma in quanto a motivazioni noi non saremo da meno. D’altronde io qui voglio restare a lungo", ha detto il portiere

Il Pescara riparte con più fiducia dopo la bella vittoria contro lo Spezia, nel prossimo appuntamento la squadra di Pillon cercherà altri punti pesanti per riuscire a conquistare la salvezza. Di questo e del momento del gruppo ha parlato il portiere Vincenzo Fiorillo sulle pagine del Corriere dello Sport. “Con lo Spezia la fine di un incubo? Più o meno. La vittoria era fondamentale, quasi una questione di vita o di morte per la nostra stagione. Devo dire che siamo stati bravi a non accusare troppo la sconfitta di Vercelli. Ora dobbiamo prepararci a soffrire fino a Venezia. Ci siamo resi conto di qual è l’atteggiamento giusto. Non era semplice, se sei stato costruito per un obiettivo diverso. Puntavamo ai playoff ma forse le aspettative erano superiori al reale valore, al contempo abbiamo reso meno del dovuto, perché le individualità sono una cosa, la pratica un’altra. E poi c’è il campo che non mente mai. Nel calcio, quasi sempre, ad ogni gol corrisponde un errore dell’avversario, siccome si segna tanto significa che tutti fanno errori. Noi magari prima concedevamo troppi spazi, ora siamo più compatti”.

Poco carattere? “Le critiche fanno parte del gioco, discorsi che vengono fuori quando le cose non vanno bene. Certo, è vero e inconfutabile che abbiamo subìto troppe rimonte, però adesso è diverso. In questa salvezza ci dobbiamo credere ciecamente ed entrare in campo sapendo che ogni pallone può valere un campionato. Nella mia carriera è la prima volta che mi succede di legarmi così a un club e alla città. Sono qui da quattro anni e qualcosa è scattato dalla finale play off non vinta a Bologna. Ho un forte senso di responsabilità, non voglio deludere le persone a cui mi sono affezionato e voglio camminare a testa alta quando mi stabilirò qui a Pescara. Ho già comprato casa e ci vivo con la mia compagna, nessun dubbio. Inoltre, voglio entrare nella storia di questo club e sto inseguendo il record di presenze di Paolo Bordoni, che ne ha fatte 130. Io sono a 107. Un primato a cui tengo molto”. Ora la Ternana: “Ci stiamo preparando a dovere. Sappiamo che affronteremo una squadra in gran forma e caricatissima dopo la vittoria nel derby a Perugia, ma in quanto a motivazioni noi non saremo da meno. D’altronde io qui voglio restare a lungo e… per prima cosa devo salvaguardare la categoria!”.

Serie B, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi