user
01 maggio 2018

Cremonese, Mandorlini: "C’è molta amarezza"

print-icon
mandorlini_cremonese

Andrea Mandorlini, Cremonese (Getty)

"Speriamo di uscirne alla svelta per non dover giocarci tutto fino all'ultima giornata. Tutto l'ambiente avrebbe meritato la vittoria, compresi i tifosi perché hanno incitato la squadra e i ragazzi lo hanno sentito", ha detto l‘allenatore

Pareggio per 1-1 tra la Cremonese e il Novara, è arrivato così il primo punto conquistato sotto la gestione Mandorlini. I grigiorossi non riescono però a fare un importante salto in avanti in classifica, sono ora 44 i punti della squadra che non riesce a ritrovare il successo e a tirarsi fuori dalla zona più calda. Dopo il pareggio, Mandorlini ha commentato così il risultato e la prestazione di giornata. “C'è molta amarezza per quello che abbiamo costruito, però i segnali sono incoraggianti. Speriamo di uscirne alla svelta per non dover giocarci tutto fino all'ultima giornata. Tutto l'ambiente avrebbe meritato la vittoria, compresi i tifosi perché hanno incitato la squadra e i ragazzi lo hanno sentito. Andare in svantaggio e rincorrere non è facile, ma oggi siamo riusciti a recuperarla. In questo gioco conta molto la fortuna e lo stesso Di Carlo ha ammesso di averne avuta. Claiton è il leader della squadra e oggi la sua forza morale e tecnica si è vista; la sua assenza si è vista anche nello spogliatoio. Stesso discorso anche per Brighenti che è qui da parecchi anni e sente particolarmente questo periodo negativo. Molto bene in fascia anche Perrulli che non giocava da titolare da tanto, ha messo tanti palloni interessanti. Ho ripreso un po' Castrovilli perché per noi è un giocatore importantissimo, però oggi ha fatto meno anche perché era stanchissimo”.

E poi: “L’esultanza al gol di Claiton era un po' eccessiva da parte di tutti, non mi piacciono molto queste cose perché c'era ancora un quarto d'ora da giocare e non avevamo ancora raggiunto il nostro obiettivo”. Queste, poi, le dichiarazioni di Giampietro Perrulli: “Oggi abbiamo creato veramente tanto, specialmente nel secondo tempo. Se una squadra meritava la vittoria, quella eravamo noi. Ce l'abbiamo messa tutta, siamo usciti stremati dal campo: fino all'ultimo eravamo volenterosi di portarla a casa, quel palo di Scappini è lì a dimostrarlo. Continuiamo a crederci, vogliamo andare ad Empoli e portare a casa punti. Tutta la squadra ha fatto un'ottima gara, abbiamo sempre avuto il pallino del gioco in mano e abbiamo creato molte occasioni. In questo nuovo modulo mi sento a mio agio, questo di oggi è il mio ruolo. I tifosi? Ci hanno chiesto di dare tutto in settimana, sono stati fantastici anche oggi. Ci hanno dato una grossa mano, chiedo solo di continuare così fino all'ultimo: noi ci crediamo e non molleremo fino all'ultimo secondo”.

Serie B, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi