user
16 maggio 2018

Frosinone, Frara: "Venerdì sarà la partita della vita"

print-icon
Alessandro Frara - Frosinone

Alessandro Frara, capitano del Frosinone (Getty)

Il capitano ha preso la parola in sala stampa per presentare la sfida-promozione contro il Foggia: "Ci stiamo preparando con entusiasmo e tranquillità, non vediamo l'ora che arrivi quel giorno"

Il sogno del Frosinone è lì, a portata di mano, vicinissimo. Dopo 2 stagioni in Serie B e un playoff perso contro il Carpi, la squadra di Longo può tornare nuovamente in Serie A. Venerdì sera, infatti, basta una vittoria contro il Foggia per essere promossi. Il Benito Stirpe sarà strapieno come sempre, le sensazioni sono buone: "Ci stiamo preparando con entusiasmo e tranquillità, non vediamo l'ora che arrivi quel giorno...". Parola del capitano. Alessandro Frara, intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita, ha parlato così del sogno promozione e di una finalissima da giocare con orgoglio e intelligenza. 

"Sarà la partita della vita"

Ci stiamo preparando con tranquillità ed entusiasmo. Gli ultimi risultati ci hanno spinto molto a livello psicologico, il nostro obiettivo è a un passo e vogliamo prendercelo. A tutti i costi!". Promozione vicinissima: "Spero accada, è lo stesso discorso che hanno affrontato i miei compagni che c'erano nelle altre due occasioni. Sarebbe un obiettivo storico, abbiamo investito molto per arrivare fino a questo punto. Non vediamo l'ora che arrivi venerdì per scendere in campo e conquistare questo successo". Concentrazione altissima: "Non dobbiamo pensare che il Foggia venga qui tranquillo, è un errore da non commettere. Hanno fatto un grandissimo girone di ritorno, la partita va affrontata bene, nel miglior modo possibile. Sia a livello tecnico che mentale. Per noi sarà la partita della vita". 

"Futuro? Vediamo, mi sento bene"

Continua Frara: "Per vincere ci vogliono una serie di cose, abbiamo dimostrato nel corso delle stagioni di avere tutte le qualità possibili". Qualche differenza rispetto all'ultima promozione dalla Serie B alla Serie A: "Prima eravamo una sorpresa, arrivavamo dalla Lega Pro, stavolta siamo partiti coi favori del pronostico avendo più pressioni rispetto all'altra volta. Prima dell'ultima parte del campionato abbiamo avuto un calo, ma poi siamo riusciti a tornare in vetta. Si tratta di due campionati diversi, due squadre differenti, ma per gioire dobbiamo ancora conquistare la promozione". Una battuta sul futuro: "Sono concentrato sulla partita di venerdì, per me è sempre venuta prima squadra squadra che Alessandro Frara, nelle prossime settimane vedremo cosa fare! Sto bene fisicamente, ho ancora 35 anni e non ho mai detto che avrei smesso di giocare dopo questa stagione". 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi