user
30 giugno 2018

Capitan Domizzi: "Grazie Venezia, mi hai fatto sentire importante"

print-icon
Maurizio Domizzi - Venezia

Maurizio Domizzi, difensore del Venezia (Lapresse)

Il capitano del Venezia ha rinnovato il proprio contratto e resterà per un altro anno tra le fila della squadra di Vecchi: "Non ho mai pensato di smettere, sono grato a questa squadra perché mi ha fatto sentire importante"

Maurizio Domizzi resterà un altro anno con il Venezia, che da due anni è anche un po' suo. Dalla Serie C alla Serie B, una cavalcata conclusa ai playoff contro il Palermo. Dopo l'addio di Inzaghi, però, Domizzi si è preso 15 giorni di tempo per pensare al suo futuro. Inzaghi ha dato l'addio, al suo posto è arrivato Vecchi e l'area tecnica è cambiata. Doveva pensare a cosa fare, anche se "non ha mai pensato di smettere". Parole sue, pronunciate in conferenza dopo aver annunciato il rinnovo. Domizzi sarà capitano del Venezia anche l'anno prossimo. 

"Mi hanno fatto sentire importante"

Alcune circostanze hanno creato 15 giorni di stallo da parte mia, legate ai playoff e anche al cambio nell’area tecnica, sia a livello di allenatore che come direttore sportivo (Angeloni). Non ho mai pensato di smettere, ma di sicuro il fatto che il Venezia mi abbia fatto sentire importante è stata la cosa fondamentale. Sarà bellissimo ritrovare Giampiero Pinzi, a costo di minacciare gli allenatori ci siamo detti che dovremo giocare quella partita". Il derby: "Gli ho mandato un messaggio due giorni fa, siamo stati compagni di squadra e siamo come fratelli, sono felicissimo di ritrovarlo in un derby come Venezia- Padova, ci tengo". 

"Orgogliosi della nostra stagione"

"Dobbiamo continuare ciò che abbiamo fatto la scorsa stagione, abbiamo dimostrato di essere un gruppo straordinario, abbiamo vissuto malissimo ogni sconfitta, la nostra mentalità ci ha portato a giocarci la Serie A. Questo parte dagli uomini, poi abbiamo tanti ragazzi di valore e che non ci sarà bisogna di stravolgere la squadra". Brutto autogol a Palermo, ma Domizzi non si è mai abbatuto: "Mi piacerebbe riuscire a fare un altro campionato di ottimo livello, non vivacchiando e trascinandomi. Vecchi l’ho sentito, ci ho parlato e vedremo cosa porterà di nuovo. Qualche modifica verrà fatta, ma non verranno fatti stravolgimenti rispetto allo scorso anno. La cosa più bella è stata trovare i tifosi alle due di notte, ci hanno aspettato dopo Palermo per applaudirci, questa è una cosa che ci rende davvero fieri di noi". 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi