Cosenza Livorno 1-1, Giannetti raggiunge Tutino: primo punto per Lucarelli

Al Marulla il Cosenza viene fermato sul pari dal Livorno. Bel primo tempo dei padroni di casa che dominano la partita e vanno avanti con Tutino. Nella ripresa è la mossa Diamanti che rianima gli ospiti: il gol è di Giannetti su assist di Luci

TUTTI I RISULTATI DEL POMERIGGIO - LA CLASSIFICA

BENEVENTO, POKER ALLA SALERNITANA E SECONDO POSTO

COSENZA-LIVORNO 1-1 

36' Tutino (C), 84' Giannetti (L)

Il tabellino

Cosenza (3-5-2): Saracco; Capela, Dermaku, Legittimo; Corsi, Bruccini, Mungo (63' Varone), Garritano, D’Orazio (72' Anastasio); Tutino (70' Di Piazza), Maniero. Allenatore: Bragila
Livorno (3-5-2): 
Mazzoni; Gonnelli, Di Gennaro, Dainelli (74' Kozac); Maicon, Valiani, Luci, Agazzi (58' Diamanti), Porcino; Raicevic (59' Giannetti), Murilo. Allenatore: Cristiano Lucarelli
Ammoniti: Di Gennaro (L), Dermaku (C), Dainelli (L), Maicon (L)

1 nuovo post
45'+3 - FINISCE IL PRIMO TEMPO! VANTAGGIO DEL COSENZA SUL LIVORNO, DECIDE TUTINO.
- di marcosal93
45'+3 - Altra colossale palla gol del Cosenza su azione bellissima! Tutino salta l'uomo sulla destra e trova Maniero al limite: subito di prima dentro per Garritano in tunnel: sinistro incrociato parato!
- di marcosal93
45' - Tre i minuti di recupero. 
- di marcosal93
42' - Ammonito Dermaku
- di marcosal93
Si sblocca la partita! Padroni di casa meritatamente in vantaggio: sull'angolo dalla destra svirgolata di un difensore del Livorno: palla impennata, sponda di testa per Tutino che da pochi passi non sbaglia.
- di marcosal93
36' - GOL DEL COSENZA! HA SEGNATO TUTINO!
- di marcosal93
33' - Primo ammonito del match: duro Di Gennaro su Tutino. Giallo. 
- di marcosal93
32' - Gioca bene il Cosenza, e si avvicina ancora una volta al gol. 50 metri di corsa per Mungo che, giunto al limite, allarga per Tutino: uno-due chiuso di prima ma tiro altissimo dello stesso Mungo!
- di marcosal93
24' - Altra chance Cosenza. Mazzoni smanaccia un altro cross insidioso: al limite Tutino raccoglie e calcia. Fuori di poco. Mazzoni ancora a terra.
- di marcosal93
23' - Riprende il gioco, Mazzoni rimane in campo. 
- di marcosal93
22' - Si è fatto male Mazzoni, uscita del portiere del Livorno a gioco fermo (fuorigioco). Problemi per lui al ginocchio sinistra. 
- di marcosal93
Ottimo inizio di partita del Cosenza.
- di marcosal93
19' - Garritano vicino al gol! Riceve in area e calcia, Di Gennaro respinge a corpo morto. 
- di marcosal93
16' - Partita piacevole a Cosenza. Mungo crossa per i padroni di casa sulla destra: Mazzoni smanaccia di pungo in area allontanando la minaccia.
- di marcosal93
13' - Grande palla gol per il Livorno! Passaggio arretrato di Mungo che lancia Murilo in porta: palla alta di pochissimo!
 
Amaranto disperati sui social:
- di marcosal93
8' - Primo squillo anche del Livorno. Luci prova a mettere il cross sulla testa di Luci: Raicevic ci arriva ma non inquadra lo specchio. 
- di marcosal93
5' - Sul seguente angolo è il capitano Corsi a provarsi da fuori: palla deviata e alta!
- di marcosal93
4' - Primo affondo del Cosenza: Maniero scatta sulla destra e cerca al centro Tutino. Chiusura decisiva della difesa del Livorno. 
- di marcosal93
È questa la prima partita per il Cosenza in B in casa dopo oltre quindici anni nelle serie inferiori: nell'unica gara casalinga di questo inizio di campionato era arrivato i rinvio e poi la sconfitta 3-0 a tavolino. ​
- di marcosal93
1' - INIZIA ORA COSENZA-LIVORNO!
- di marcosal93

Giannetti rovina la festa, anche se la vera mossa decisiva per Lucarelli è stato Alino Diamanti. Al Marulla andava in scena la prima prima partita in B del Cosenza davanti al proprio pubblico dopo 15 anni nelle serie inferiori. Atmosfera calda che ha spinto i padroni di casa in un primo tempo da protagonisti. Nei rossoblù bene, su tutti, la coppia d’attacco Tutino-Maniero, ma anche Garritano e Mungo che hanno garantito corsa e inserimenti dal centrocampo. Nel Livorno, pericoloso solo nei primi 15’ oltre al finale di gioco, decisivo l’ingresso di Diamanti che ha dato nuova linfa ai suoi. Il pari di Giannetti (di testa, alla Lucarelli) arriva a sei dalla fine quando ogni speranza sembrava spenta. Primo punto per il Livorno, Cosenza di poco avanti a quota 2.

La partita

Non poteva che esserci allora grande atmosfera al Marulla, per la grande “prima” in casa del Cosenza dopo la partita rinviata per impraticabilità del campo contro il Verona e le due trasferte nella prima e terza giornata. Grande tifo e primo tempo giocato benissimo dalla squadra di Braglia che parte con una timidezza poi scomparsa col passare dei minuti. Prima ci provano per il Livorno Raicevic di testa e Murilo da dentro l’area su clamoroso errore in retropassaggio di Mungo, unici due squilli per Lucarelli nei primi 45’. La prima chance per il Cosenza arriva invece con Garritano che al 19’ va vicino al gol chiuso da Dainelli, dunque l’uno due Mungo-Tutino che porta il primo al tiro dal limite ma alto: azione solo preludio al gol arrivato da corner. Prima una svirgolata della difesa del Livorno, dunque una torre a centro area e infine la rete di Tutino che segna, esulta e dedica il gol alla moglie in dolce attesa. Negli ultimi minuti ancora Cosenza, che continua a fare la partita dominando il Livorno: azione show al 48’ prima del fischio di metà tempo con Tutino, Maniero e Garritano che arrivano di fronte alla porta tra dribbling, tunnel e tocchi di prima, ma Mazzoni para ancora.  

Nella ripresa ritmi decisamente più bassi in campo, con i primi quindici minuti di assoluta noia se non per una volée impossibile di Garritano che finisce lontanissima dai pali. Lucarelli prova allora a sbloccare la partita coi cambi Diamanti per Agazzi più Giannetti per Raicevic. Nel Cosenza Braglia sceglie invece Varone per Mungo continuando a controllare il ritmo di gara che, però, intorno all’ora inizia a cambiare padrone. Livorno più coraggioso e che inizia ad accelerare per davvero. Chiare occasioni? Nessuna, fino al minuto numero 84’ quando Luci disegna sulla testa di Giannetti un cross perfetto per il pari. Meritato? Non per quando visto nel primo tempo. Ma certamente per quando messo in campo negli ultimi 20’ di partita. Due minuti dopo Diamanti (decisivo il suo ingresso) prova una magia da centrocampo che non finisce troppo lontana dai pali. Il triplice fischio arriva dopo 3 di recupero. Un punto a testa e forse, tra la rimonta subita nel finale e una prestazione per lo più opaca nei 90', nessuno può dirsi veramente contento.

I più letti