29 dicembre 2009

Tifosi del Botafogo contestano la società: "Vogliamo Dinho"

print-icon
ron

Ronaldinho richiesto a gran voce dai tifosi del Botafogo

Centinaia di tifosi della squadra carioca hanno protestato con cori e striscioni per la deludente campagna acquisti: "Rischiamo la seire B. I dirigenti hanno perfino parlato dell'arrivo di Ronaldinho? Allora che ce lo diano veramente"

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

TUTTO IL CALCIOMERCATO SU SKY.it

UN ANNO DI SPORT, LO SPECIALE 2009

ENTRA NEL FORUM DEL CALCIOMERCATO


Serata, e poi anche nottata, di pesanti contestazioni davanti alla sede del Botafogo. Centinaia di tifosi della squadra carioca hanno infatti protestato con cori e striscioni per la deludente campagna di rafforzamento portata finora avanti dai dirigenti, che rischierebbe, sempre secondo la "torcida", di far cadere in serier B il glorioso "Fogao" proprio nell'anno del suo centenario, ovvero il 2010.

Davanti alla sede del club in rua General Severiano, secondo quanto hanno documentato le telecamere di Tv Globo, si è svolta una pacifica quanto rumorosa manifestazione, durata a lungo, a base soprattutto di cori contro il presidente Mauricio Assumpao ed i suoi vice Antonio Carlos Mantuano ed Andrè Silva. Sonmo stati gridati slogan anche contro i due neo-acquisti Somalia e Renato Cajà, giudicati indegni di vestire la maglia della squadra che un tempo fu di Garrincha.

"Questa protesta è contro l'intera dirigenza - ha spiegato un tifoso. Con questi giocatori (com'era anche scritto su uno striscione esposto) andremo in serie B. E si ha perfino il coraggio di parlare dell'arrivo di Ronaldinho Gaucho. Allora che ce lo diano veramente".

A rivelare che il Botafogo si era fatto sotto, con intenzione serie e in forma scritta, per l'attuale numero 80 del Milan erano state persone vicine al fratello-agente del calciatore, Roberto de Assis.

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky