08 dicembre 2016

Witsel, Kessie: le ultime di Gianluca Di Marzio

print-icon
Franck Kessie e Axel Witsel

Franck Kessie e Axel Witsel, entrambi al centro del mercato (foto Getty)

E' già calciomercato. La Juventus si muove per il belga, ma Marotta e Paratici hanno già le alternative. Il Milan parla del rinnovo di Bonaventura, Quagliarella pronto a firmare con la Samp fino al 2019. E l'Atalanta mette in vetrina i suoi gioielli: dal Milan alla Roma, tutte pazze per Caldara e Gagliardini

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

E’ già mercato, anche se all’apertura della sessione invernale manca meno di un mese. Ma le squadra si muovono, e si accendono anche le prime trattative. Una è già ampiamente nel vivo, ricordo di un’estate non così lontana. Witsel-Juve, si fa. A giugno a parametro zero o a gennaio, con un investimento minimo. Circa 6/7 milioni di euro, è questa la cifra che i bianconeri potrebbero versare nelle casse dello Zenit per il centrocampista belga. E’ solo questione di tempo, dal pessimismo alla fiducia: è bastato poco per svoltare. Lo Zenit è una società scomoda con cui trattare, è vero. Ma la Juventus è fiduciosa di poter chiudere, quello di Witsel resta il nome in pole per rinforzare il centrocampo di Allegri a gennaio.

Le alternative - Non solo Witsel, la Juve ha pronto anche il piano B. A cominciare da Tolisso e N’Zonzi, profili che a Marotta e Paratici piacciono molto. Costo del cartellino? Alto, si aggiunge alla forte volontà di Lione e Siviglia di non cederli. Almeno a gennaio, a fine stagione poi si vedrà. Per N’Zonzi c’è una clausola da circa 30 milioni di euro a fissare il prezzo, in Spagna giurano che la Juventus si sia già mossa per esercitarla. Ma i bianconeri non confermano. Confermato, invece, l’interesse per Goretzka dello Schalke 04. Seguito da tempo, ma l’intenzione attuale sarebbe quella di bloccarlo a scadenza di contratto. Ossia 30 giugno 2018, si vedrà.

Il rinnovo di Jack - Nei prossimi giorni intanto il Milan vedrà Raiola, incontro in programma con Galliani. E si tornerà a parlare del rinnovo/adeguamento di Bonaventura. Non di Donnarumma, invece. Solo del centrocampista: c’era un principio di accordo e ci sarebbe già un ok di massima dai cinesi per il contratto del centrocampista.

I gioielli dell’Atalanta - Il grande inizio di stagione della squadra di Gasperini non poteva alimentare anche il mercato. E i viaggi, quelli di Luca Percassi soprattutto. Italia-Inghilterra, andata e ritorno. Il motivo? Kessié, sul quale si è mossa da tempo la Juventus che adesso deve fare i conti con il pressing del Tottenham. Gli Spurs sono il club più forte (contatti ci sono stati anche con Leicester e West Bromwich Albion), ma il club londinese è arrivato a circa 23 milioni di euro per il centrocampista nerazzurro. E la Juve, come detto, resta interessata e vigile. Su Kessié, ma anche su Caldara: sul difensore italiano adesso si stanno muovendo tutte le big di Serie A. Si è mossa la Roma che ha chiesto informazioni, il Napoli anche è interessato e ha fissato un incontro. E c’è sempre l’Inter in cerca di italiani. Caldara e Gagliardini piacciono a tanti (il Milan è l’ultima ad essersi mossa), l’Atalanta è pronta ad ascoltare tutte le offerenti per ascoltare la proposta migliore. La richiesta? Alta, tra i 40 ed i 45 milioni di euro per entrambi con la volontà comunque di trattenerli a Bergamo almeno fino a giugno. A gennaio, l’Atalanta proverà anche a rinforzarsi. Sartori si è mosso per Neto del Gent, ma piacciono Andres Maksö, 22enne del Nordsjaelland, e João Schmidt, classe 93, centrocampista centrale del Sao Paolo in scadenza a giugno.

Quagliarella-Samp, 2019 - Un altro rinnovo, quello in casa blucerchiati. La Sampdoria e Fabio Quagliarella ancora insieme, almeno fino al 2019: accordo trovato, nei prossimi giorni la firma. Una Samp che a gennaio vuole trattenere Muriel e puntare su Schick, mentre Budimir potrebbe saltare: Pescara e Crotone (Chievo, ma meno convinto) su di lui. E al suo posto occhio a Paloschi, che piace proprio al Chievo. La Samp ci ha pensato, ma cercherà un’alternativa più giovane.

La Serie B - Movimenti anche in B, a gennaio tutte a caccia del rinforzo verso la promozione. Ne ha bisogno il Frosinone di Marino per inseguire il Verona, il club di Stirpe punta su Sampirisi che l’allenatore ha già avuto a Vicenza. Contatti già avviati, si può fare. E per un giocatore che lascerebbe la A, uno che potrebbe finirci: Andrea Beghetto. La Spal vola, lui corre. Protagonista del grande inizio di stagione, adesso gli occhi di tanti club: ci pensa il Genoa, ma contatti ci sono stati anche con Cagliari e Udinese. Fino a giugno la Spal vuole resistere, poi… chissà.

CALCIOMERCATO 2019, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky