user
07 dicembre 2017

Roma, ufficiale il rinnovo di Perotti fino al 2021: "Qui mi sento importante"

print-icon

Ufficiale il rinnovo del centrocampista argentino che si è legato ai giallorossi per le prossime tre stagioni. L'annuncio è arrivato in diretta su Facebook: "Qui mi sento importante, il gol al Genoa il più importante della mia carriera"

ROMA, TUTTE LE INSIDIE DEI SORTEGGI DEGLI OTTAVI DI CHAMPIONS

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Con il gol al Genoa, segnato all'ultimo respiro di un pomeriggio di maggio che nessuno potrà mai scordare, aveva portato i giallorossi in Champions. Con quello al Qarabag, messo a segno sempre sotto la stessa curva, li ha trascinati fino agli ottavi di finale della massima competizione europea. Due gol che hanno cambiato la storia e la vita di Diego Perotti. Due gol che l'hanno fatto definitivamente entrare nel cuore dei tifosi giallorossi. Che ora se lo godranno per almeno altre tre stagioni. Perché dopo le indiscrezioni che già vi avevamo dato nei giorni scorsi, ora è ufficiale: l'argentino ha rinnovato con la Roma fino al 2021. L'annuncio, come sempre più spesso accade per le società calcistiche, è arrivato con una diretta su Facebook, stessa modalità già utilizzata per comunicare il rinnovo di Manolas. Nella quale Perotti ha voluto sottolineare tutta la sua soddifazione: "Mi sono sempre sentito importante per questa squadra, ho sempre giocato abbastanza, a volte bene, altre meno. Ora mi sento più forte e questo rinnovo è la conferma della mia crescita".

Champions, tutti i video della Roma

Come detto c'è un momento chiave nella sua nuova vita romana, la partita contro il suo ex Genoa che lo ha consacrato a eroe della Champions: "La partita con il Genoa in cui ho segnato è stato il momento più importate della carriera - prosegue l'argentino, dopo aver mostrato a favor di camera una maglia giallorossa con il numero 2021 - Quello con il Chelsea è stato bello, poi è stata una bella partita e si è chiusa così. Putroppo il gol contro il mio Genoa, per il quale sono ancora insultato, è stato importante, per quello che rappresentava quel giorno. Totti meritava un addio al calcio alla sua altezza, un pareggio sarebbe stato brutto. Ringrazio i tifosi per il coro di martedì scorso, è stato bellissimo".

Infine, un po' d'attualità: "Stiamo passando un buon momento, abbiamo centrato un obiettivo nel quale molti non credevano e stiamo facendo un bel campionato - ha dichiarato Perotti - Un momento in cui ritenevamo possibile la qualificazione agli ottavi? Con l'Atletico Madrid, quel gol sbagliato da Saul poteva cambiare tutto. La fortuna lì ha girato dalla nostra parte. E poi la partita di Londra, meritavamo di vincere ma quella rimonta ci ha fatto capire che ce la potevamo fare. Il 3-0 all'Olimpico ha reso tutto più chiaro. La sconfitta di Madrid forse ha tolto un po' di fiducia, ma tutti avrebbero firmato per giocarsi la qualificazione con il Qarabag all'ultima giornata".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI