Mourinho, no al Newcastle: "Non è nella mia natura lottare per il 9° posto"

CalcioMercato

Il portoghese smentisce le voci che lo accostavano alla panchina del club inglese, nelle ultime stagioni allenato dal "nemico" Benitez. "Se l'obiettivo della squadra è finire settima, ottava o nona, non fa per me. Ho bisogno di un progetto in cui la sensazione sia quella di giocare per vincere"

MERCATO LIVE, TUTTE LE NEWS DI OGGI

Non sarà José Mourinho l'erede di Rafa Benitez sulla panchina del Newcastle. A tirarsi fuori dalla corsa è lo stesso Special One, con una dichiarazione alla sua maniera in un'intervista a "The Coaches' Voice". Schietto e pungente, Mou non ha usato giri di parole per giustificare il suo no, nonostante al momento sia senza panchina dopo l'esperienza al Manchester United: "Se qualcuno mi offre un meraviglioso contratto decennale e l'obiettivo della squadra è finire nella prima metà della classifica, settimo, ottavo o nono, va benissimo, ma non fa per me, non è nella mia natura". 

Un attacco indiretto anche a uno dei suoi tanti storici "nemici", quel Benitez che prese il suo posto all'Inter dopo il Triplete e che adesso lui si rifiuta di "sostituire" sulla panchina del Newcastle, ritenuto "non all'altezza": il fatto che, invece, Benitez l'abbia allenato nelle ultime 4 stagioni è un chiaro messaggio a Rafa, ritenuto dunque non ambizioso.

"Sono molto testardo - ha continuato Mourinho - devo giocare per vincere, se non vinco è un problema. Ho bisogno di un progetto in cui la sensazione sia quella di giocare per vincere". Resta la curiosità, a questo punto, di vedere chi invece accetterà il progetto del Newcastle.

I più letti