11 gennaio 2017

Mondo mercato: Messi, clamoroso addio al Barça?

print-icon
mes

Lionel Messi è in scadenza contrattuale con il Barcellona nel giugno 2018 (Getty)

A forte rischio il rinnovo del contratto dell'argentino, in scadenza nel 2018. Tra i nomi caldi di giornata, Terry resta al Chelsea, Makelele nello staff tecnico dello Swansea e Ronaldinho vicino al Nacional de Montevideo

Prosegue senza soste il mercato europeo, tra colpi ufficiali e gli immancabili rumors, provenienti soprattutto dai tabloid inglesi e dalla Spagna. Ecco riassunte le voci più interessanti della giornata.

MESSI-BARCELLONA AI SALUTI?

Rischia di terminare quello che per tutti è sempre parso come un matrimonio indissolubile: Lionel Messi e il Barcellona potrebbero separarsi. Ad annunciarlo è il Sun, che riprende le parole di Oscar Grau, direttore esecutivo del club catalano, sul rinnovo di contratto dell’argentino, in scadenza nel giugno 2018: “E’ una situazione da vivere con sangue freddo e buon senso – ha detto -. Non possiamo spendere il 70% del nostro budget in stipendi. Dobbiamo ragionare”. Si parla di una richiesta di 50 milioni lordi a stagione, contro i 44 attuali. Sempre Grau ha dichiarato che il mercato del Barça è chiuso “a meno di qualche cessione”. Secondo Estadio Deportivo, un giocatore in partenza potrebbe essere Aleix Vidal, richiesto da Jorge Sampaoli a Siviglia. Il club andaluso vorrebbe il giocatore in prestito, mentre in Catalogna premono per la cessione secca del laterale destro classe 1989, 47 presenze e 6 reti tra il 2014 e il 2016 con la maglia del Siviglia. 

ROMA, CHE RIFIUTO PER MANOLAS

“Non posso dire per chi vorrebbe giocare, ma certamente siamo interessati a vedere chi busserà ancora alla nostra porta”. Parole di Ioannis Evangelopoulos, agente di Kostas Manolas, rilasciate a Sport FM. “Non so se partirà a gennaio o questa estate, sicuramente ci aspettiamo tante offerte”, ha detto il manager del greco, secondo cui la Roma, pochi mesi fa, ha rifiutato 40 milioni di euro dall’Arsenal. “I gunners erano molto interessati, ma i giallorossi chiedevano più soldi”, ha concluso Evangelopoulos. La Capitale è presente anche sul London Evening Standard. Secondo il quotidiano inglese, il club capitolino ha chiesto il jolly offensivo belga Charly Musonda al Chelsea. Un’operazione in prestito con diritto di riscatto a circa 8 milioni di euro, sui cui Antonio Conte deve ancora riflettere.   

ZIDANE, NO AD AUBAMEYANG

C’è un grosso ostacolo fra Pierre-Emerick Aubameyang e il suo sogno di indossare la maglia del Real Madrid. Questo ostacolo si chiama Zinedine Zidane. Secondo quanto riportato da Sports Bild, il tecnico francese ha frenato l’interessa della dirigenza dei blancos per l’attaccante del Borussia Dortmund. Anche se il nome dell’ex milanista resta sull’agenda del Real per la prossima estate, Zizou ha espressamente detto di avere altri piani tattici: Aubameyang non rientrerebbe fra questi. Chi resterà a Madrid fino a giugno è James Rodriguez. Il merito? Di Cristiano Ronaldo, ovviamente. Secondo quanto riportato da Confidencial Colombia, James avrebbe voluto accettare il trasferimento al Chelsea, ma dopo una rassicurante chiacchierata con CR7 ha deciso di restare a Madrid sino al termine della stagione. Le merengues, secondo Marca, sono ad un passo dal rinnovare il contratto di Daniel Carvajal, che nel recente passato era stato avvicinato al Manchester City di Pep Guardiola. 

TERRY RESTA AL CHELSEA

Il quotidiano britannico Express è sicuro: se Antoine Griezmann lascerà l’Atletico Madrid (destinazione United?), il suo sostituto sarà certamente Alexis Sanchez, sempre più lontano dall’Arsenal. I gunners buttano sempre un occhio ai giovani più promettenti del Vecchio Continente, come conferma Plaza Deportiva, secondo cui ci sarebbe un forte interessamento per Josè Gaya, difensore del Valencia classe 1995, che si libera dietro il pagamento di una clausola da 50 milioni di euro. Nelle prossime settimane si deciderà il futuro di Per Mertesacker, che secondo Sky Sports incontrerà la dirigenza dell’Arsenal per discutere di un eventuale rinnovo. Il Times sostiene che Wenger potrebbe anche decidere di spedire il difensore tedesco in prestito fino a giugno, per verificarne la tenuta fisica. Sempre a Londra, ma sponda Chelsea, è rimbalzata una clamorosa notizia: John Terry al Bournemouth in prestito sino a fine stagione. Sky Sports conferma la richiesta partita dal club attualmente 9° in Premier ad Antonio Conte, che però ha bloccato il trasferimento. Terry chiuderà regolarmente la stagione a Stamford Bridge e andrà a scadenza naturale di contratto.  

SCHNEIDERLIN-EVERTON, CI SIAMO

Morgan Schneiderlin è un giocatore dell’Everton. Manca solo l’ufficialità, ma il francese ha già sostenuto le visite mediche con il nuovo club, che sborserà circa 25 milioni di euro per strapparlo al Manchester United. Sempre dai Red Devils è in uscita Adnan Januzaj, attualmente allo Stoke City in prestito ma richiesto in Ligue 1 dal Lione, che punta forte anche su Memphis Depay, come riporta L’Equipe. Sempre in Francia, tengono banco due giocatori del Paris Saint-Germain: Jesé Rodriguez e Grzegorz Krychowiak. Secondo Le Parisien, l’attaccante spagnolo è stato richiesto dal Middlesbrough, disposto a pagare per intero lo stipendio di 460mila euro lordi al mese del giocatore. Il Sun, invece, parla di un forte interessamento di West Ham, Arsenal, Liverpool e Manchester City su Grzegorz Krychowiak, che non rientrerebbe nei piani del tecnico dei parigini Unai Emery. Sembra destinato a rimanere a Leverkusen il Chicharito Hernandez. Il club lo vorrebbe cedere per 25 milioni, ma l’attaccante messicano non ci sente: “Sono felice qui al Bayer – ha detto a Kicker -. Nessuno mi ha cercato e il mio interesse è di restare qui”. Ufficiale invece l’ingaggio da parte dello Swansea di Claude Makalele, ex centrocampista di Real Madrid, Chelsea, PSG e della Nazionale francese, che raggiunge Paul Clement nello staff tecnico in qualità di vice-allenatore.

CINA E DINHO

Ennesimo rifiuto multimilionario alla Super League. Secondo AS, questa volta è toccato a James Rodriguez dire di no alla Cina e più precisamente allo Hebei China Fortune. Il club allenato da Manuel Pellegrini avrebbe offerto al colombiano uno stipendio di 30 milioni di euro netti a stagione e al Real circa 80 milioni per il suo cartellino. Cifra che sarebbe salita a 110 dopo il primo rifiuto di Florentino Perez. A questo punto, è stato lo stesso James a rispedire al mittente la faraonica offerta. Almeno fino alla prossima puntata. Stesso discorso anche per Christian Benteke. I media belgi parlavano di una proposta irrinunciabile per il centravanti del Crystal Palace, che però secondo Sky Sports, non si muoverà dalla Premier League. Ha detto no anche Yaya Tourè, come confermato dal suo agente Dimitri Seluk a Championat. “Non ha la mentalità per andare a giocare in Cina”, ha detto. C’è chi ha troppi soldi e chi invece troppo pochi. E’ il caso del Presidente del Nacional de Montevideo, José Luis Rodríguez, che sta cercando fondi per far vestire la camiseta del Bolso al 36enne Ronaldinho. “Non ce lo possiamo permettere, dobbiamo trovare uno sponsor straniero per pagargli lo stipendio e farlo giocare in Copa Libertadores”. Arriveranno i cinesi anche in Uruguay?

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky