15 gennaio 2017

Mondo mercato, Chelsea: c’è Müller per Costa?

print-icon
mue

In caso di partenza di Diego Costa, a Londra potrebbe approdare Thomas Müller (Getty)

In caso di partenza di Diego Costa con destinazione Cina, Antonio Conte potrebbe virare sul bomber tedesco del Bayern Monaco: pronti 85 milioni di euro. Il Real si assicura Isak, il nuovo Ibra, mentre Cavani giura fedeltà al Paris Saint-Germain. Payet-Marsiglia, lunedì l'incontro decisivo

Prosegue anche la domenica il mercato europeo, tra colpi ufficiali e gli immancabili rumors, provenienti dai tabloid inglesi e dalla Spagna. Ecco riassunte le voci più interessanti della giornata.

IL CASO DIEGO COSTA

In Inghilterra tiene ancora banco la vicenda di Diego Costa. Sky Sports riporta che Antonio Conte cercherà un dialogo il prossimo martedì con l’attaccante, che attraverso il proprio manager Jorge Mendes ha chiesto alla dirigenza londinese un contratto da 350mila euro a settimana, il doppio di quanto percepito con l’attuale accordo, in scadenza a giugno 2019. Di fronte all’offerta di 91,5 milioni di euro (e di 34 annuali al giocatore), il Chelsea potrebbe lasciar partire Diego Costa con destinazione Tianjin Quanjian. Al suo posto potrebbe arrivare Thomas Müller, che in questa stagione al Bayern Monaco, sotto la guida di Carlo Ancelotti, non sta trovando il consueto smalto. Il campione del mondo con la Germania ha fin qui realizzato appena una rete in campionato, contro le 20 segnate lo scorso anno con Pep Guardiola. L’Express parla di un budget di 85 milioni di euro per convincere i bavaresi a lasciar partire l’attaccante 27enne, che non sarebbe più felice in Bundesliga. Secondo El Mundo Deportivo, invece, Conte potrebbe virare su un vecchio pallino, quell’Alvaro Morata che ha solo sfiorato ai tempi della Juventus. In quel caso il prezzo sarebbe di ‘soli’ 70 milioni di euro, da versare nelle casse del Real Madrid. 

CAVANI RESTA A PARIGI

“Adoro segnare tanti gol e qui ne segno molti. Mi piace la città e sto bene in questa squadra. Il rinnovo? Succederà presto”. Parola di Edinson Cavani, che a Telefoot spegne sul nascere ogni speranza di un ritorno in Serie A o di un approdo in Premier League, dove l’Arsenal lo aveva messo decisamente nel mirino (i gunners, secondo El Mundo Deportivo, hanno virato sul milanista M'Baye Niang, pallino di Wenger). L’ex centravanti del Napoli, in scadenza contrattuale nel 2018, rinnoverà sino al 2020 con un compenso annuo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 milioni di euro netti. Chi è ormai prossimo a tornare in Francia è Dimitri Payet. Secondo Sky Sports, il presidente del Marsiglia Jacques-Henri Eyraud incontrerà lunedì la dirigenza del West Ham per discutere i dettagli del passaggio del trequartista francese all’OM. Gli Hammers non faranno partire il giocatore, rivelazione a Euro 2016, per un’offerta inferiore ai 40 milioni di euro.

REAL, PRESO IL NUOVO IBRA

Il Real Madrid si muove in ottica futura. Secondo Marca, è chiuso l’accordo con Alexander Isak, 17enne dell’AIK Solna, che la prossima settimana firmerà un contratto di cinque anni con le merengues. Il Madrid, che aggirerà l’embargo imposto dalla Fifa inserendo l’attaccante in rosa a partire dal prossimo luglio, ha sborsato per il baby prodigio 95 milioni di corone (circa 10 milioni di euro), che ne fanno l’acquisto più costoso nella storia del calcio svedese. L’Ibra di colore’, come è stato soprannominato in Patria, è un attaccante di 190 cm con un fisico da corazziere e una tecnica sublime, che ha già segnato il suo primo gol con la maglia della Nazionale durante un’amichevole con la Slovacchia di pochi giorni fa e che ha terminato la scorsa stagione con 10 reti in 24 presenze. Il Real lo seguiva da mesi, tanto che a novembre il ragazzo era stato visto al centro di allenamento di Valdebebas; gli spagnoli hanno superato la concorrenza di Chelsea, Juventus e Bayern Monaco. Si muovono anche i rivali del Barcellona, che secondo O’Jogo avrebbero messo gli occhi su Ederson, portiere brasiliano del Benfica, già nel mirino di Manchester United, City e Arsenal. Alcuni scouts del Barça sarebbero stati avvistati all’Estadio da Luz proprio per l’estremo difensore, che il prossimo anno potrebbe trasferirsi da Lisbona alla Catalogna.

 

DUE COLPI PER IL BAYERN

Anche i bavaresi si sono mossi in vista della prossima stagione, ufficializzando gli ingaggi di Niklas Süle e Sebastian Rudy, entrambi prelevati dall’Hoffenheim, dove resteranno sino al termine di questo campionato. Ancelotti si assicura così il 21enne difensore e il 26enne centrocampista, già nel gruppo della Nazionale di Joachim Loew. Rudy, che ha firmato fino al 2020, arriva in Baviera a parametro zero, mentre Süle, sotto contratto per i prossimi cinque anni, è costato 20 milioni di euro.  

RUMORS DA MANCHESTER

Molto attivo anche il Manchester United di Mourinho. Secondo il Sunday People, lo Special One avrebbe richiesto l’ingaggio di Nemanja Matic. Il centrocampista serbo del Chelsea ritroverebbe così il tecnico portoghese dopo gli anni londinesi; sarebbero reinvestiti in questo modo i 25 milioni di euro ricevuti per la cessione di Morgan Schneiderlin. Sempre in casa United, c’è da registrare, secondo quanto informa il Sun, della richiesta di prestito del Siviglia per Marcus Rashford. Il fenomeno 19enne, 6 gol in 26 presenze in questa stagione con i Red Devils, è chiuso dalla stella di Ibrahimovic: Mourinho però non sembra affatto d’accordo nel lasciar partire il giovane talento. Lo United ha anche rinnovato un altro contratto: dopo Marouane Fellaini è la volta di Jesse Lingard, che ha esteso il suo accordo fino al 2021. 

 

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky