25 agosto 2017

Dembélé al Barcellona, sorriso Rennes: in arrivo tra i 30 e 40 mln

print-icon
Dembélé

Dembélé (Getty)

Il trasferimento di Dembélé al Barcellona rende felici tutti: dal ragazzo al Dortmund, fino al Rennes. L’ex club dell’attaccante francese, infatti, incassa una cifra che oscilla tra i 30 e i 40 milioni di euro

Un affare di quelli che scuotono il mercato: 105 milioni di euro più bonus, è questa la cifra che il Barcellona ha versato nelle casse del Borussia Dortmund per assicurarsi le prestazioni di Ousmane Dembélé, attaccante classe 1997 individuato dalla dirigenza blaugrana come l’erede del brasiliano Neymar. Trattativa lunga e complessa con continui colpi di scena, che alla fine ha messo d’accordo tutti: il Barcellona, il ragazzo - che voleva fortemente il trasferimento in Spagna -  il Borussia Dormtund che incassa una cifra davvero importante e anche il Rennes. Sì esatto, anche il Rennes. Come riportato dall’Equipé, infatti, grazie al passaggio di Dembélé al Barcellona, nelle casse del club francese entreranno tra i 30 e i 40 milioni di euro: il calciatore, infatti, aveva lasciato il Rennes per trasferirsi al Dortmund nell’estate del 2016 per 15 milioni di euro e adesso potrebbe incassarne altri 15 (se non addirittura anche di più) per quel che riguarda il premio di valorizzazione del ragazzo. Diventando così l’affare migliore della storia della società francese. Per la felicità proprio di tutti.

Dembélé al Barcellona, ora è ufficiale: le cifre dell’affare

Affare fatto e adesso anche ufficiale. "FC Barcellona e Borussia Dortmund hanno raggiunto un accordo per il trasferimento di Ousmane Dembélé per 105 milioni di euro più bonus. Il giocatore firmerà un contratto di cinque anni e la sua clausola di risoluzione è fissata a 400 milioni di euro. Dembélé arriverà a Barcellona domenica e sosterrà le visite mediche nella giornata di lunedì: successivamente la firma sul contratto e la presentazione ufficiale", si legge nella nota diramata dal Barcellona. Che per il dopo Neymar ha scelto così Ousmane Dembélé: a lui il compito di non far rimpiangere il brasiliano.