01 settembre 2017

Spese folli del Paris Saint-Germain: la UEFA apre l'inchiesta

print-icon
Neymar

Neymar, attaccante del Paris Saint-Germain (Foto: Getty Images)

L'ente europeo ha comunicato l'apertura dell'inchiesta, visti gli ingenti capitali che la società parigina ha mosso e muoverà in futuro, con gli acquisti di Neymar e Mbappé. Non verranno rilasciate dichiarazioni in proposito fino al termine dell'inchiesta

Somme spropositate e l’impressione, anche un po’ inquietante, di poter dominare il calciomercato trovando il modo di eludere le normative finanziarie imposte dalla UEFA. La sessione estiva, che si è appena conclusa in Italia e in altri campionati europei, sarà ricordata come quella dei grandi capitali, mossi dal Paris Saint-Germain, che nel giro di poche settimane è riuscita ad assicurarsi Neymar e Mbappé. Per un totale di 400 milioni di euro, che riguardano soltanto le cifre d’acquisto e che non cadranno all’interno dello stesso bilancio. L’effetto domino, di questi grandi movimenti, è appena cominciato e rischia di cambiare radicalmente le convenzionali dinamiche sottese dalla compravendita dei calciatori. In tal senso, la UEFA vuole vederci chiaro e per questo ha deciso di aprire un’inchiesta sui movimenti del club parigino, per assicurarsi che non vi siano state irregolarità.

“Assicurare la sostenibilità finanziaria del calcio europeo”

L’unione delle federazioni europee ha comunicato con la seguente nota la propria decisione: “La Camera Investigativa dell'Organo di Controllo Finanziario per Club della UEFA ha aperto un'inchiesta formale sul Paris Saint-Germain nell'ambito del suo continuo monitoraggio dei club disciplinati dalle regole del Fair Play Finanziario (FFP). L'inchiesta sarà incentrata sulla conformità del pareggio di bilancio, in particolare dopo i recenti trasferimenti della finestra di mercato estiva. Nei prossimi mesi la Camera Investigativa dell'Organo di Controllo Finanziario per Club della UEFA si incontrerà regolarmente per valutare attentamente tutta la documentazione relativa a questo caso. La UEFA ritiene il Fair Play Finanziario sia un sistema fondamentale per assicurare la sostenibilità finanziaria del calcio europeo. La UEFA non rilascerà ulteriori commenti su questa vicenda mentre sarà in corso l'inchiesta”.