02 settembre 2017

Calciomercato Barcellona, Soler: "Coutinho? Liverpool voleva 200 mln"

print-icon
Coutinho

Coutinho, brasiliano del Liverpool (foto Getty)

Il direttore sportivo del club blaugrana spiega il mancato arrivo del calciatore del Liverpool: "L'investimento non era equilibrato con la situazione patrimoniale". Ma i Reds smentiscono: "Assolutamente falso". I catalani erano anche su Verratti

Era il colpo più atteso dell’ultima giornata di mercato, ma alla fine non si è concretizzato. Coutinho al Barcellona per provare a colmare, insieme a Dembélé, il vuoto lasciato da Neymar. “Ma il Liverpool ci ha chiesto 200 milioni, uno sproposito”, ha detto in conferenza stampa Albert Soler, direttore sportivo dei blaugrana. “Se non abbiamo pagato 200 milioni un giocatore è perché riteniamo che l'investimento non fosse equilibrato con la situazione patrimoniale”. Come hanno riportato i quotidiani inglesi, però, fonti interne al club di Anfield hanno subito smentito la notizia, etichettandola come "assolutamente falsa, in ogni forma". Il trasferimento è saltato malgrado la volontà di Coutinho, confermata dallo stesso Soler: "Ringraziamo il giocatore per i grandi sforzi che ha fatto, perché lui voleva giocare con noi”. Il brasiliano ex Inter aveva firmato lo scorso gennaio con il Liverpool un contratto di 5 anni privo di una clausola di rescissione. Un giorno prima dell’inizio della Premier League aveva comunicato per mail al club inglese l'intenzione di voler lasciare la squadra. A causa di un infortunio alla schiena ha saltato i primi tre incontri di campionato e il preliminare di Champions League. Tuttavia, proprio giovedì ha giocato e segnato con la sua nazionale nella partita di qualificazione ai Mondiali vinta 2-0 contro l’Ecuador. Forte dei soldi incassati dal Barcellona per la cessione di Neymar al Paris Saint-Germain, gli inglesi avrebbero provato ad alzare le loro richieste fino alla cifra di 200 milioni, che avrebbe reso Coutinho il secondo calciatore più pagato della storia. Troppo, anche per il Barcellona di Soler: “Fino a un anno fa parlare di 100 milioni era esagerato, ma adesso tutto è cambiato. Prima le società facevano il mercato, oggi gli attori principali sono i fondi di investimento e le nazioni. Abbiamo deciso di non mettere a rischio il patrimonio e il valore economico di questo club”. Il dirigente catalano non è comunque preoccupato per la stagione appena iniziata: “Abbiamo una squadra magnifica”. Ma a centrocampo l'azzurro Marco Verratti avrebbe senz’altro trovato un posto: “Ho parlato con Emery, sa benissimo che è un giocatore che noi vogliamo” conclude il ds.