12 novembre 2017

Atletico Madrid, Vrsaljko smentisce le voci di mercato: "Ho un buon rapporto con Simeone. Qui sto bene"

print-icon

L'ex esterno del Sassuolo ha parlato del suo rapporto con Simeone e ha smentito le ultime voci che lo volevano in rotta con l'allenatore dei colchoneros. Il croato è il nome principale per sostituire Ghoulam e rinforzare la difesa del Napoli a gennaio

Tanta voglia di tornare al massimo. Magari con quella 'garra' tipica della genetica Colchoneros, da vero giocatore dell'Atletico Madrid. Il protagonista? Sime Vrsaljko, al centro in questi giorni di voci di mercato relative ad un suo possibile addio. Il suo nome, infatti, è stato accostato al Napoli dopo l'infortunio di Ghoulam. Oggi, però, la smentita direttamente dal diretto interessato: Non ho alcun commento da fare sulle voci riguardo la mia partenza. Dieci giorni fa Simeone mi ha invitato a parlare. Abbiamo parlato di tutto, sulla mia condizione fisica e il mio gioco. È stata una buona conversazione da cui ho avuto impressioni positive”, ha dichiarato l'esterno ai microfoni del Mundo Deportivo.

"Nessun problema con l'Atletico"

Solo sei partite in questa stagione per Vrsaljko, che dopo l'infortunio al ginocchio fatica a ritrovare la condizione ottimale. Ma il suo desiderio di conquistare la Liga non è assolutamente tramontato, anzi: "Non ho alcun problema nell’Atletico Madrid, Se non gioco le partite che mi sarei aspettato? È solo un momento, non c’è alcun problema. L’allenatore ha le sue idee, pensieri e piani su di me, per farmi allenare al massimo e migliorare la mia condizione. Ho un buon rapporto con Simeone. È una persona che dice cosa pensa e ascolta l’opinione dei giocatori". L'ex esterno del Sassuolo, quindi, smentisce ogni voce che lo vedrebbe lontano da Madrid: "ll mio infortunio al ginocchio ha pregiudicato la mia situazione, non dico nulla di nuovo se ripeto che la rottura del legamento è un problema a lungo termine. Necessita una riabilitazione dura, lunga e attenta, senza nessuna velocità. Ho ascoltato i medici senza alcun preconcetto. Ci sono stati dei dolori che mi irritavano e mi hanno impedito di tornare completamente in forma. Ora, dopo le terapie, mi sento meglio, devo solo essere paziente, alla fine questi problemi scompariranno".

Sfortuna spagnola

In Italia lo abbiamo conosciuto. Questione di talento, gamba, rapidità e intelligenza. E in Spagna? Con i Colchoneros finora ha disputato solo 30 partite, frenato dall'infortunio al ginocchio subito nella primavera di quest'anno. Terzino molto versatile, la sua posizione naturale è a destra, ma sa disimpegnarsi anche sull'altra fascia. Se il Napoli dovesse riuscire a prenderlo, Sarri potrebbe procedere con lo spostamento di Hysay a sinistra, facendo giocare il nazionale croato (30 presenze in nazionale) a destra.