user
24 gennaio 2018

Motherwell, risposta social allo United: arriva Pete e suona... la pianola

print-icon

La società scozzese ha ufficializzato l'acquisto di Pete Hartley. L'annuncio su Twitter è un'imitazione di quella fatta dal Manchester United per Sanchez: l'unica differenza è che il difensore, invece di suonare il pianoforte, dà il "peggio" di sé con la pianola

CALCIOMERCATO - TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Si può paragonare l'acquisto di Pete Hartley a quello di Alexis Sanchez? A livello qualitativo probabilmente no, a livello economico nemmeno, visto che il cileno è diventato ora il giocatore più pagato della Premier League. Eppure un punto in comune c'è: l'annuncio su Twitter. Il Motherwell infatti, che si è assicurata le prestazioni del difensore fino al 2020 dopo aver trascorso i primi sei mesi in prestito, ha ufficializzato l'accordo a titolo definitivo nello stesso modo con cui il Manchester United aveva annunciato l'acquisto del Nino Maravilla, sebbene con delle sottili differenze. Un omaggio, o meglio un simpatico sfottò nei confronti dei Red Devils. Sanchez infatti si appresta ad entrare a Old Trafford con una dolce melodia di sottofondo che lui stesso produce al pianoforte. Pete Hartley invece, prova a dilettarsi con una modesta pianola, ma i risultati sono disastrosi, tanto che il giocatore impreca e decide di andarsene. Ciò non gli impedisce tuttavia di fare la sua entrata trionfale, sotto la classica pioggia scozzese, all'interno del Fir Park. Hartley conclude la sua performance distruggendo lo strumento a terra, prima di salutare i tifosi con un occhiolino. Un'altra cosa accomuna infine i due calciatori: anche Hartley, come il cileno, ha optato per mettere il nome "Pete" e non il cognome dietro la maglietta, un'usanza che va sempre più di moda tra i calciatori.

Chi è Pete Hartley?

Pete Hartley è un roccioso difensore inglese che il 3 aprile compirà 30 anni. Cresciuto nelle giovanili del Sunderland, firma il suo primo contratto da professionista nel 2006 e nello stesso anno fa il suo debutto in prima squadra, registrando una presenza in Championship. Nella stagione successiva disputa un'ottimo campionato di League Two in prestito al Chesterfield, prima di far ritorno al Blackpool, la città in cui Hartley è nato. Qui, in League One, rimane quattro anni e poi decide di accogliere una sfida per lui stimolante e ambiziosa: lo Stevenage. Con i biancorossi dell'Hertfordshire 'Pete' ha un ottimo impatto, ma poi crolla all'insieme all'intera squadra e alla fine arriva la retrocessione. Si accorda così con il Plymouth; in League Two risulta uno dei migliori difensori e il Bristol gli offre un'altra chance in League One. Hartley la coglie al volo, con 18 presenze di alto livello, condite da 5 gol, prima che un infortunio gli chiuda le porte della stagione con mesi d'anticipo. Decide quindi di far ritorno a casa, al Blackpool. Qui però non fa neanche in tempo a scendere in campo che ad agosto viene mandato in prestito al Motherwell. La sua storia arriva poi ai giorni recenti, quando il club scozzese, che attualmente occupa l'ottavo posto del campionato, ne ufficializza l'acquisto a titolo definitivo. 

Speciale Calciomercato 2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI