Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
18 gennaio 2019

Dembelé, ciao Tottenham. Il belga va al Guangzhou: "Bruce Lee mi ha fatto venire voglia di andare in Cina"

print-icon

Il centrocampista belga, che in passato era stato molto vicino all’Inter, ha deciso di trasferirsi nella Chinese Super League al Guangzhou. Motivo? L’ingaggio, certamente. Ma anche una certa passione per… Bruce Lee: “Sono sempre stato un suo fan – ha ammesso – mi ha fatto venire voglia di andare in Cina”

POCHETTINO: “BIELSA? VENNE A CASA MIA DI NOTTE”

KANE VA KO: PER RECUPERARE SI AFFIDA ALLA…NASA
 

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Dall’Europa alla Cina, viaggio di sola andata. Una tratta intercontinentale che ultimamente hanno fatto in tanti, compreso Mousa Dembelé. Già, il centrocampista classe 1987, dopo le esperienze in Belgio, Olanda e Inghilterra, ha deciso di fare le valigie e di trasferirsi nella Chinese Super League al Guangzhou. Motivo? Beh, gli oltre 5 milioni netti di ingaggio sicuramente hanno influito e non poco. Ma non sono stati l’unico fattore che ha spinto il belga lontano da casa. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, dietro alla sua decisone ci sarebbe anche una certa simpatia per un personaggio della televisione cinese e non solo: “Sono sempre stato un fan dell’attore di arti marziali Bruce Lee, i suoi film mi hanno fatto venire voglia di andare in Cina – ha dichiarato il giocatore – poi avevo bisogno di qualcosa di nuovo. Ho ricevuto offerte da altri club in Europa (Inter e Bayern Monaco, ndr) e dal Qatar, ma l’avventura a Guangzhou era la più interessante. L’aspetto finanziario ovviamente ha giocato un ruolo importante”. Insomma, soldi e non solo. Con Dembelé ecco la dimostrazione che ad influire sul futuro dei calciatori possono essere perfino gli idoli cinematografici. A questo giro il protagonista è Bruce Lee, ritenuto uno dei più influenti artisti marziali di tutti i tempi, nonché l’attore più ricordato al mondo per la presentazioni delle arti marziali cinesi. Un idolo davvero niente male dunque, questo va detto.

Dal Mondiale alla Cina

L’esperienza al Tottenham si chiude dopo quasi sette stagioni per Dembelé. 249 partite giocate, dieci gol e tanti contrasti vinti in mezzo al campo. Fin qui solo 706’ giocati, complice soprattutto un infortunio alla caviglia che di fatto lo sta tenendo fermo da inizio novembre. Questa estate è stato convocato dal CT del Belgio Roberto Martinez per i Mondiali di Russia 2018 ed è sceso in campo in quattro occasioni, conquistando la medaglia di bronzo. Proprio al termine del Mondiale, la trattativa che lo avrebbe potuto portare all’Inter si è arenata. Su di lui in passato anche la Juventus ma il giocatore, in scadenza di contratto, ha optato per un’esperienza del tutto nuova. Sulle orme di… Bruce Lee, suo idolo da sempre.
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI