19 dicembre 2016

Marotta mette la sesta: a gennaio non solo Witsel

print-icon
wit

L'ad bianconero conferma di essere al lavoro per l'acquisizione del belga (in scadenza a giugno 2017) e di Bentancur (c'è un diritto di prelazione, non arriverà a gennaio ma a fine anno). Ma attenzione al mercato sulla Serie A, con i giovani dell'Atalanta nel mirino

"Witsel e Bentancur? Stiamo lavorando sull'acquisizione di questi due giocatori. Su Bentancur abbiamo un diritto di prelazione, fino ad aprile 2017, sta facendo bene al Boca, non lo porteremo a gennaio ma a fine anno. Witsel è un'opportunità visto che va a scadenza a giugno 2017, abbiamo avviato i contatti con lo Zenit per vedere se possiamo anticipare l'acquisizione, siamo in contatto con loro, eventualmente valuteremo attentamente quello che il mercato di gennaio può proporci".

Juve in pole per Caldara e Gagliardini - L'ad della Juventus, Beppe Marotta, parla del calcio mercato di gennaio e non solo con giocatori stranieri ma anche italiani nel mirino. "Caldara e Gagliardini? Sono due nomi di giocatori molto interessanti, sotto gli occhi di diversi club italiani e stranieri. Noi abbiamo l'obbiettivo di monitorare e poi reclutare giovani italiani, perché significa avere meno problemi, più facilità di apprendimento - sottolinea Marotta a Radio Anch'Io Sport -. Una delle componenti vincenti della Juve è il fatto di annoverare in rosa parecchi italiani che capiscono cosa vuol dire indossare la maglia della Juve, lottare sui campi di provincia, ci stiamo attivando su quello".

Pjanic? Noi abbiamo pazienza - L'ad della Juve si dice poi soddisfatto del mercato fatto in estate. "Higuain e Pjanic? Sono giocatori importanti, siamo soddisfatti. Pjanic sta avendo delle difficoltà di inserimento? C'è differenza tra l'ambiente romano e quello juventino, bisogna avere pazienza, ha un contratto pluriennale e sta assimilando le nuove situazioni, capisce cosa vuol dire indossare la maglia della Juve. Noi siamo pazienti lo aspettiamo, consapevoli del valore che ha".

I complimenti a Sturaro - Marotta si gode anche il momento di Sturaro. "Allegri è un ottimo allenatore, ognuno ha le sue caratteristiche. Un allenatore moderno è quello che sa gestire una rosa rilevante rispetto a qualche anno fa e deve essere gestore del gruppo, mantenere rapporti, dare le giuste motivazioni, il giusto dialogo, nell'arco di una stagione lo spazio c'è per tutti in una rosa di 24 elementi. Sturaro ha avuto un infortunio e si è ripreso da un mese e sta assimilando anche lui i concetti, sta migliorando e valutando l'età che ha è un elemento sui cui il tecnico può fare affidamento".
 

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky