23 dicembre 2016

Calciomercato, offerta dalla Cina per Kalinic

print-icon
kalinic_fiorentina_getty

Nikola Kalinic, attaccante della Fiorentina (Getty)

Il Tianjin Quanjian di Fabio Cannavaro ha chiesto al club viola il suo attaccante, ma la società e lo stesso calciatore hanno dato una risposta negativa. Il croato è una pedina fondamentale per la squadra di Paulo Sousa e nonostante le altissime cifre proposte non si muoverà dall'Italia

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Ventiquattro presenze, 12 gol e 4 assist in questa stagione, Nikola Kalinic è un calciatore fondamentale per la Fiorentina di Paulo Sousa. Il croato anche quest’anno si sta dimostrando il punto fermo della formazione viola e anche nella gara contro il Napoli di ieri, pur non avendo segnato, è stato protagonista di una buona partita. Il talento del classe 1988 è indiscutibile e, come detto nelle scorse settimane da Andrea Della Valle, calciatori così sono difficili da trattenere. "Kalinic è un fuoriclasse e farebbe la differenza in qualsiasi squadra", aveva detto a margine della consueta festa di Natale del settore giovanile.

Offerta dal Tianjin Quanjian -
Per questo motivo Della Valle aveva voluto cautelarsi, inserendo nel contratto dell’attaccante croato una clausola rescissoria da 50 milioni di euro: "Si sa che nel calcio non si può mai sapere ma sto cercando di blindare tutti i miei gioielli. E’ chiaro che quando i calciatori diventano così forti poi vengono cercati da mezza Europa". Europa e non solo, in questo caso. Perché sul giocatore nelle ultime ore si è mossa anche una squadra cinese. In particolare il Tianjin Quanjian, club che militava nella seconda serie del campionato locale e che è attualmente allenato dall’ex difensore Fabio Cannavaro. L’allenatore italiano, che al termine della stagione da poco conclusa ha portato la formazione in prima categoria (la Chinese Super League) ha chiesto alla società toscana il suo centravanti.

Squadra e giocatore hanno detto no
- Niente da fare però, la volontà del club viola ancora una volta si è dimostrata chiara e netta: Kalinic non parte, il suo posto è nell’attacco di Paulo Sousa. E anche il calciatore in verità non era affatto propenso ad abbandonare la Serie A e la Fiorentina per provare una nuova esperienza in Cina, nonostante l’offerta altissima recapitata alla società di Della Valle ed allo stesso giocatore. Il futuro dell’attaccante sarà ancora in Italia, i viola puntano molto su di lui e il giocatore vuole migliorare la sua media gol nel campionato italiano. Rifiutata l’offerta della Cina, dunque, il rapporto tra il club viola e il giocatore classe 1988 continuerà ancora.

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky