25 gennaio 2017

Calciomercato, Milan: Niang dice sì al Watford

print-icon

L'attaccante dei rossoneri sbarca in Premier League, rifiutate le altre destinazioni. Arriva in prestito con obbligo di riscatto a determinate condizioni. Fissate le visite mediche, nuova avventura per l'ex Genoa. Così l'ad del Milan: "Per il francese manca pochissimo, troverà l'accordo. Ocampos? Tra qualche giorno una risposta, è la prima scelta"

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turno

Avventura in Italia ai titoli di coda, è fatta per il passaggio di Mbaye Niang - attaccante classe '94 del Milan - al Watford di Mazzari. Prestito con obbligo di riscatto a determinate condizioni. Nella giornata di giovedì, infatti, il giocatore sarà in Inghilterra per effettuare le visite mediche. Più di un club di Premier League si era interessato al suo profilo, il francese classe 1994 piaceva a Crystal Palace, Everton, West Bromwich Albion e Stoke City. Anche il Leicester di Ranieri - campione d'Inghilterra in carica - ci aveva pensato in caso di partenza di Slimani, tentato dalla Cina. Ma il tutto si è risolto con un nulla di fatto. Ora, per Niang, c'è il Watford. Rossoneri e inglesi hanno raggiunto ogni tipo di accordo, autorizzando l'attaccante e il suo agente ad andare in Inghilterra per le visite mediche di rito. E Niang saluta la Serie A. Ecco i dettagli dell'affare: 750mila euro di prestito e 18 milioni di diritto di riscatto, obbligo legato a 10 gol. Inizialmente il diritto era fissato a 16 ma la proprietà cinese ha preteso fosse a 18.

Galliani: "Niang al Watford? Manca pochissimo. Ocampos prima scelta" - Anche l'ad del Milan si è espresso su Niang, in procinto di firmare per il Watford in Premier League: "Manca pochissimo, abbiamo firmato col Watford. Pozzo mi ha detto che sono d’accordo col giocatore, noi lo abbiamo autorizzato ad andare a Londra per fare le visite mediche. Non ha ancora trovato un accordo economico col Watford, ma lo troverà". Mentre su Ocampos:"Ci daranno una risposta tra qualche giorno. Ocampos è la prima scelta, il Genoa non ci ha ancora detto sì ma neanche no, abbiamo deciso di aspettare tre giorni".

Il recap della trattativa - La società inglese ha portato avanti i contatti con il Milan, che per lasciar partire il calciatore ha chiesto un milione di euro per il prestito fissando a 16 milioni di euro il prezzo del riscatto del suo cartellino. La famiglia Pozzo, proprietaria del Watford, aveva offerto un po’ meno ma la trattativa tra i club è andata omunque avanti. Si è allontanata così la possibilità di un ritorno al Genoa, non appena la società rossonera aveva aperto a una sua partenza i liguri si erano subito fatti avanti per provare a riportare l’esterno d’attacco a Genova - dopo già due stagioni fa aveva fatto molto bene ritrovando il sorriso e ottime prestazioni. C’era anche l’accordo tra il Milan e i rossoneri sulla base di un prestito che avrebbe visto coinvolto anche Lucas Ocampos, pronto a trasferirsi nella squadra allenata da Vincenzo Montella. Le perplessità di Niang, tentato da un’avventura in Inghilterra, hanno però bloccato la possibile intesa. E per convincere il francese, il Watford ha lavorato per inserire l'obbligo di riscatto a determinate condizioni: prestito con diritto di riscatto pronto a trasformarsi in obbligo, questa l'idea decisiva del club inglese di Walter Mazzarri.

CALCIOMERCATO 2019, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky