01 febbraio 2017

Odissea-Crotone, ecco Kotnik: il 'nuovo Palladino'

print-icon
Andrej Kotnik - Crotone

Andrej Kotnik, nuovo attaccante del Crotone (fccrotone.it)

I rossoblu hanno lavorato incessantemente durante l'intera ultima giornata di calciomercato per trovare il nuovo attaccante. Dopo i no di Budimir, Maxi Lopez e di diversi giocatori di Serie B, è riuscito l'aggancio al classe 1995 del Nova Gorica, cercato anche da Udinese e Aston Villa

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

E alla fine arriva Andrej Kotnik: l’odissea del Crotone si è conclusa alle 22.59 dell’ultimo giorno di calciomercato. Gong. A prendere il ruolo di ‘nuovo’ Palladino sarà lui, sloveno classe 1995 prelevato dal Nova Gorica: trequartista, seconda punta, fantasista. Non sarà forse Quel nome che i tifosi rossoblu si aspettavano, ma il successo sta nell’averne trovato uno disposto a giocarsi la salvezza con la squadra di Nicola, dopo che nelle ultime ventiquattro ore di sessione invernale erano stati sondati quasi una decina di attaccanti. Un film già visto, dopotutto: ricordate in estate? Allora il vero problema era stato trovare un allenatore. Discreto sforzo da parte della società e poi, finalmente, l’uomo giusto, anche in quel caso arrivato in extremis. 

Chi è Kotnik - A proposito di uomo giusto: capire se lo sloveno potrà esserlo per il Crotone è ancora difficile. Le qualità per potersela giocare in Serie A, però, sembrano esserci. Come stile si avvicina a Josip Ilicic, suo connazionale. Ha detto di ispirarsi a Zidane e questo fa ben sperare: 2 gol in 19 presenze stagionali tra Prva Liga ed Europa League, per lui che è stabile in prima squadra da inizio 2016. Un trequartista che ama giocare in posizione anche più avanzata, dotato di discreto piede: è specialista delle punizioni. In Italia era già seguito e l’Udinese ci stava pensando per giugno. Sirene di mercato anche dall’Inghilterra, dove l’Aston Villa era pronto a fare concorrenza ai bianconeri. E invece a spuntarla è stato alla fine il Crotone: Kotnik è una scommessa last minute tutta da scoprire.

Bilo je v Izraelu #israel #židisoškrti

Una foto pubblicata da Andrej Kotnik (@panakota7) in data:


L’odissea del mercato
- Prima di mettere le mani sullo sloveno, il Crotone ha dovuto sudare le fatidiche sette camicie. Anzi, i sette attaccanti. Nomi su nomi, durante tutta l’ultima giornata di calciomercato. Ante Budimir, come noto, era il primo obiettivo. L’attaccante della Sampdoria ha espresso però il desiderio di restare in blucerchiato, per trovare spazio con Giampaolo. Occhi altrove, dunque: che impresa. Maxi Lopez - c’era già l’accordo col Torino - ci ha pensato, poi ha rifiutato l’offerta. Situazione di stallo totale, tanto che, a un certo punto, la società rossoblu si è rivolta anche al mercato di Serie B: sondati Nené dello Spezia, Maniero del Bari, Ciano del Cesena e, infine, Ganz dell’Hellas Verona. Tentativi a vuoto, come l’ultimo, disperato, per Moise Kean, classe 2000 della Juventus. Salvo poi riuscire a tamponare le ferite, sferrando l’attacco decisivo per Kotnik: l’uomo delle 22.59 che proverà a salvare il Crotone.

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky