user
28 luglio 2017

Antonio Cassano ci ripensa, continuerà a giocare. Ma dove?

print-icon
Antonio Cassano

Antonio Cassano (Foto: Getty Images)

Ennesimo colpo di scena: Cassano ha deciso di continuare a giocare, non smette. Al momento senza agente, valuterà le prossime offerte. In caso accettasse una squadra di A o di B dovrà versare una penale

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Grave errore pensare che non ci sarebbero state nuovi colpi di scena. Antonio Cassano ci ha ripensato, ancora una volta: continuerà a giocare a calcio. E’ da escludere totalmente un ritorno all’Hellas Verona, in virtù della risoluzione consensuale avvenuta nella giornata di ieri e soprattutto per via dei rapporti ormai incrinati con la società veneta. Sono stati giorni di riflessioni, questi, per FantAntonio, che dopo averci pensato bene ha capito di non poter ancora dire addio al calcio giocato. Il ritorno in campo ovviamente dipende da diversi fattori, tra cui il contesto in cui si troverebbe, che ha una certa importanza. In questo senso, è da considerare l’ipotesi Virtus Entella, che lo corteggia da diverse stagioni e che gli permetterebbe di essere vicino alla sua famiglia, con cui vive a Genova. Per il momento sarà lui direttamente a valutare eventuali offerte che gli giungeranno, vista la separazione appena avvenuta con il suo ultimo agente, Tullio Tinti.

La risoluzione e le penali

Su una possibile nuova esperienza sarà da considerare anche l’aspetto economico, dal momento che Cassano dovrà corrispondere una penale al Verona in caso di stipulazione di un nuovo contratto. Questa clausola, pattuita in occasione della risoluzione, stabilisce che se tornasse a giocare in Serie A dovrà versare 200 mila euro al club, 50 mila se si accasasse in Serie B. Intanto curiosità e attesa crescono, per capire quale sarà la prossima avventura di Antonio Cassano.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI