26 agosto 2017

Calciomercato Inter, Ausilio: "Schick? Cifre troppo alte, c'è il FPF"

print-icon
Piero Ausilio

Piero Ausilio, direttore sportivo dell'Inter (Foto: LaPresse)

Il dirigente nerazzurro ammette l'esclusione dalla corsa a Schick: "Non possiamo aggirare le imposizioni del Fair Play Finanziario, pensavamo di poter chiudere con la nostra offerta. Ad ogni modo siamo coperti in ogni reparto"

La Roma ha conquistato un vantaggio decisivo per l’acquisto di Patrik Schick e l’Inter, dunque, sembra tagliata definitivamente dalla corsa al giocatore. “Pensavamo di chiudere a certi numeri per il ceco, poi quando sono diventati diversi, visti i limiti imposti dal Fair Play Finanziario che non sono aggirabili, bisogna avere l’onestà di dire avanti un altro” ha ammesso Piero Ausilio a Mediaset Premium, prima della partita di campionato contro i giallorossi. Il reparto più rinforzato nel corso della sessione estiva di calciomercato è stato la difesa. In particolare, gli ultimi arrivi sono stati quelli di Dalbert e Cancelo, che però non si sono visti nel primo impegno stagionale contro la Fiorentina: “Fisicamente sono pronti, l’inserimento dei giocatori in questa posizione è molto difficile, rispetto magari ad un attaccante. Ci sono dinamiche di reparto molto più delicate da sviluppare negli allenamenti. Spalletti è soddisfatto della qualità e del tipo di approccio mostrato, sono giovani forti e promettenti che hanno bisogno di lavorare. La sosta sarà importante, ad esempio, per permettere a Dalbert di concentrarsi su questioni tattiche”.

Ausilio: "Potrebbe servirci un difensore"

Il calciomercato dell’Inter, dopo il mancato arrivo di Schick, sembra sostanzialmente chiuso. A meno che non ci siano altri movimenti in uscita che convincano i nerazzurri a rimettersi in gioco. “In termini numerici ci siamo, siamo coperti in tutti i reparti. Potrebbe servirci un altro difensore, ma soltanto a certe condizioni: bisogna aspettare qualche uscita. In quel caso, potremmo tornare sul mercato” ha detto Ausilio.