user
13 gennaio 2018

Calciomercato, il punto sulle trattative della Lazio: dai rinnovi di Luis Alberto e de Vrij a Caceres

print-icon
Luis Alberto - Lazio

De Vrij, Caceres e Luis Alberto (Getty)

Tre linee guida per i biancocelesti: rinforzare la rosa, blindare i propri gioielli e sfoltire una squadra con qualche esubero. Preso Caceres, vicini i prolungamenti di de Vrij e Luis Alberto. E Milinkovic ora non si muove...

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Operazione rinforzi? "Completata." Arruolato Martin Caceres, esperienza e duttilità tattica. Operazione rinnovi? "Ci siamo quasi". Il calciomercato della Lazio è strutturato su due linee. Forse tre. La prima è puntellare la difesa, ad Inzaghi mancava un difensore ed è arrivato: l'uruguayano, infatti, da lunedì inizierà ad allenarsi coi compagni e sarà subito a disposizione per la gara contro il Chievo. E fin qui ci siamo. L'altra linea riguarda i rinnovi di de Vrij e Luis Alberto, perni insostituibili di cui parleremo poi. L'ultima, al tempo stesso importante, riguarda gli esuberi da piazzare: è il caso di alcuni giocatori che si allenano da fuori rosa. Zero spazi. Brayan Perea, Filip Djordjevic, Mamadou Tounkara, Federico Marchetti e tanti altri.

Ecco Martin Caceres

Partiamo da lui, Martin Caceres. L'uruguayano è stato il primo acquisto di questa sessione (probabilmente l'unico?), arrivato a Roma con una clausola da 5 milioni di euro e un contratto di un anno con opzione di rinnovo. Curiosità d'obbligo: il centrale era già di proprietà della Lazio, ma in questi sei mesi è stato "parcheggiato" all'Hellas Verona poiché i biancocelesti non possono tesserare più di due extracomunitari per sessione (è il caso di Marusic e Caicedo, arrivati l'estate scorsa). E' il regolamento. Ora è finalmente a disposizione di Inzaghi. Primo assunto: Caceres è un acquisto utile. L'ex Barcellona può ricoprire tutti i ruoli della difesa, ha esperienza internazionale (ha vinto il Triplete col Barcellona nel 2009 e 5 Scudetti con la Juve) e ha disputato quattro mesi di livello col Verona, siglando 3 gol in 15 presenze. Con la squalifica di Radu, potrebbe partire subito titolare dalla prossima partita contro il Chievo. Simone Inzaghi ci pensa e sorride, adesso ha finalmente a disposizione il difensore che cercava. 

Tutti i nomi del calciomercato della Lazio

Capitolo rinnovi: ottimismo per de Vrij

Le ultime notizie sono positive: Stefan de Vrij si avvicina a piccoli passi verso il rinnovo di contratto. In casa Lazio c'è un leggero ottimismo, dovuto soprattutto alla volontà del giocatore. Richiestissimo tra l'altro. Capiamoci: le pretendenti sono tante, sia in Italia (Inter) che all'estero (Barcellona), de Vrij è un centrale di esperienza in scadenza di contratto (giugno 2018). E' semplice fare due conti e capire che molte "big" non vogliono lasciarselo sfuggire. Al pari della Lazio però. Inzaghi, Lotito e Tare sono stati chiari, il concetto è sempre lo stesso: "Spero rinnovi". Come la proposta della società: un prolungamento di contratto con clausola rescissoria non troppo bassa. Questa la situazione al momento, considerando che dal 1 febbraio de Vrij potrebbe firmare con qualsiasi squadra: intesa sull'ingaggio già trovata, manca l'accordo sulla clausola e l'ultimo ok riguardo la durata del contratto (de Vrij non vorrebbe vincoli troppo lunghi, quindi si va verso la firma fino al 2020). Fiducia biancoceleste. Gli allenamenti riprenderanno il 15 gennaio, la Lazio spera di incassare il "sì" il prima possibile.

LAZIO, IL MERCATO DEI RINNOVI

La Lazio blinda Luis Alberto

Alzi la mano chi l'aveva previsto. Poche, pochissime. Ai più fortunati va dato il giusto merito. Perché questo Luis Alberto è davvero una rivelazione, una delle più inaspettate della Serie A. 27 presenze stagionali, 7 gol e 11 assist. E pensare che l'anno scorso "stava per smettere". Wonderful Luis Alberto, tant'è che la Lazio ha ormai pensato di blindarlo: la proposta di rinnovo è lì sul tavolo, accordo quasi raggiunto fino al 2022 (era in scadenza nel 2021) e aumento dell'ingaggio (guadagnerà come Milinkovic, già blindato fino al 2022). Le sue prestazioni hanno attirato le attenzioni di diversi club, tra cui il Barcellona di Valverde, ma Luis Alberto sta bene a Roma e vuole continuare con la Lazio. L'ha ribadito anche il suo agente: "Presto l'incontro con la società". I biancocelesti l'hanno aspettato e valorizzato, pagandolo appena 4 milioni. Ora vale almeno 8 volte di più: wonderful Luis, che rivelazione in Serie A.

Milinkovic-Savic a gennaio non si muove

Dalla scoperta.. alla certezza. Ormai una delle più belle in questo campionato: Milinkovic-Savic sta disputando un'altra grande stagione, 7 gol tra tutte le competizioni. Record eguagliato. E il mercato corre veloce insieme alle prestazioni del gigante serbo, già nel mirino di diversi club. Lotito non fa sconti, in estate ha rifiutato un'offerta di 70 milioni e gli ammiccamenti della Juve, che aveva fatto un sondaggio esplorativo. Una sola risposta dalla Lazio: "Non si muove". Nemmeno in questa finestra di mercato, dove i biancocelesti non intendono privarsi dei propri gioielli per puntare all'Europa. Milinkovic ha rinnovato fino al 2022, è uno dei perni del centrocampo e punta la Champions con Inzaghi&co. Le big devono guardare altrove. Per ora.

Da Marchetti agli esuberi, le altre trattative

Acquisti, rinnovi, le big sui gioielli. Infine le uscite: la Lazio ha diversi giocatori da piazzare, fin qui ha mandato soltanto Palombi a giocare in prestito alla Salernitana. Attaccante, classe '96, tre presenze da titolare in stagione e ora la chance di essere un protagonista in Serie B. Palombi in prestito fino a giugno, fin qui è l'unica operazione in uscita della Lazio. Luca Germoni, invece, è passato dal Parma al Perugia per giocare di più. E gli altri? Luca Crecco potrebbe finire a giocare in prestito, il suo agente ha confermato di aver incontrato il Benevento, dove tra l'altro giocano sia Lombardi che Cataldi, entrambi in prestito dalla Lazio. E' un'ipotesi. Mauricio invece - reintegrato per l'emergenza-infortuni - ha richieste dal Brasile e potrebbe tornare in patria, mentre resta da sistemare la situazione del secondo portiere. Ivan Vargic non ha convinto Inzaghi, Tare cercherà di piazzarlo ma non è semplice. Guido Guerrieri potrebbe scalare le gerarchie e ricoprire il ruolo di vice-Strakosha. Si vedrà. L'ipotesi di un reintegro di Marchetti, al momento, non trova conferme (l'ex Cagliari è attualmente fuori rosa e si allena a Formello insieme agli altri esuberi). In cerca di una sistemazione i vari Ikonomidis ('95), Dovidio ('97), Rozzi ('94), Djordjevic ('87), Tounkara ('96), Perea ('93) e Prce ('95)

MERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI