user
03 giugno 2018

Calciomercato Atalanta, Percassi: "Seguiamo Defrel e valuteremo i giovani"

print-icon

Il presidente dell'Atalanta ha parlato in occasione della "Camminata nerazzurra", la passeggiata che ormai da 12 anni vede coinvolti migliaia di tifosi atalantini che riempiono le vie di Bergamo. Mercato, Europa League, valorizzazione dei giovani: le parole di Percassi

"CALCIOMERCATO-L'ORIGINALE": TORNA L'APPUNTAMENTO SU SKY SPORT

TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIOMERCATO

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

È giunta alla 12^ edizione ed è ormai una consuetudine per l’Atalanta. Un momento nel quale società e tifosi si uniscono per dare vita ad una manifestazione di amore spontanea verso i nerazzurri: è, appunto, la Camminata nerazzurra, organizzata dal Centro di coordinamento del Club Amici dell’Atalanta. La passeggiata che ogni anno vede una grande partecipazione e che questa mattina ha raccolto 15.000 persone: partenza dal “Sentierone” alle 8:45 circa, con il presidente atalantino Percassi al via e la firma sulla maglietta creata per l’occasione da parte di Cristian Raimondi. Un’occasione per parlare anche della prossima stagione, che vedrà l’Atalanta nuovamente in Europa, e del calciomercato, con Percassi che ammette: “Defrel è uno dei quattro giocatori che stiamo osservando, ma è ancora presto. Faremo interventi dove serviranno. Cristante via? E' molto probabile”.

"Milan escluso dalle coppe? Per noi non cambia nulla"

Al margine dell’evento, “che si ripete e porta bene” – assicura Percassi, il presidente ha parlato delle strategie nerazzurre e dei giovani sui quali puntare, confermando quanto l’Atalanta sia sensibile a questa politica: “Valzania e Pessina rientreranno dai rispettivi prestiti, sono interessanti e li valuteremo in questa estate. Barrow invece è ormai una realtà”. Infine anche una valutazione sul caso Milan, che se escluso dalle coppe potrebbe far sì che l’Atalanta eviti il preliminare: “Sportivamente hanno meritato loro l’accesso diretto ai gironi. Che siano preliminari o delle amichevoli internazionali per me cambia poco o nulla, perché voglio vedere la squadra giocare e vincere”.

La Camminata nerazzurra

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI