Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
27 maggio 2019

Sarri, Juve o Roma? Capello allo Sky Calcio Club: "Sarebbe più adatto ai giallorossi"

print-icon

L'ex allenatore di entrambe le squadre commenta, durante lo Sky Calcio Club, il possibile passaggio di Sarri in bianconero: "Secondo me troverebbe pochi giocatori adatti a lui. Si troverebbe meglio con la rosa giallorossa"

LA JUVE HA SCELTO: SARRI FAVORITO PER LA PANCHINA

PARATICI: "GUARDIOLA? MAI PENSATO A LUI"

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turno

Il ciclo di Max Allegri alla Juventus si è ufficialmente chiuso. Dopo cinque anni e 11 trofei messi in bacheca, la dirigenza ha deciso di rinnovare e affidarsi a un nuovo allenatore. Chi sarà? Il candidato principale, al momento, è Maurizio Sarri, accostato anche alla Roma. A esprimere un giudizio sul suo possibile arrivo in bianconero è stato Fabio Capello, ex di entrambe le squadre. "Ogni club ha il suo Dna - ha esordito l'allenatore friulano durante lo Sky Calcio Club -. Si riesce a cambiare in base ai giocatori che si hanno. La Juve ha i giocatori per fare quello che vuole Sarri? Secondo me qualche giocatore gli manca. Dico nì, una via di mezzo. Vedo più giocatori adatti nella Roma. Perché i giallorossi hanno già gli esterni, con quella velocità e quelle capacità che richiede lui. La mentalità della Juve è sempre stata vincere, è il Dna di Boniperti. Poi se riesci a giocare bene è una cosa molto importante e bella. Sarri al Chelsea non è riuscito a far giocare la squadra come lo conoscevamo. Lui ha detto che ci vogliono 3 anni. Alla Juve è difficile che te li concedono. Rivalutare alcuni uomini come Douglas Costa e Dybala? Dybala deve cominciare a pressare. Sarri è riuscito a farlo fare a Insigne. Che sia un buon allenatore non c'è dubbio". Capello si è soffermato, poi, sull'operato di Allegri. "Quando si dice che la Juve non giocava bene non è vero, perché abbiamo visto fare grandi partite. È un luogo comune dire che le squadre di Allegri non giocano bene. Diciamo che nell'ultimo anno ha staccato un po' la spina, gli son mancati dei giocatori e quindi non è riuscito a esprimere quel gioco che molte volte abbiamo visto negli anni precedenti. Non si arriva due volte in finale di Champions se non giochi bene, non ci arrivi per fortuna. Devi giocare bene e fare risultato, e la Juve è riuscita a farlo. Probabilmente quest'anno è entrato dentro un giocatore sul quale tutti si sono appoggiati: Cristiano Ronaldo. Si è detto «con CR7 vinciamo la Champions. Ci penserà lui». E probabilmente lì c'è stato un errore, un calo di attenzione".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI