19 gennaio 2017

Ternana, vicino Ledesma. Diakitè: "Salviamoci"

print-icon
Cristian Ledesma - Lazio

Cristian Ledesma, ex centrocampista della Lazio vicino alla Ternana

Obiettivo salvezza per i ragazzi di Carbone, che ormai stanno per chiudere altri due colpi di mercato. Modibo Diakitè, invece, è stato presentato in sala stampa: "Qui per salvarmi, CR7 l'avversario più forte mai affrontato"

Sosta archiviata, torna la Serie B. E torna il "campionato degli italiani" entra nel vivo. Ternana di scena a Pisa contro i ragazzi di Gattuso, sfida importante in chiave salvezza. Carbone chiede impegno, concentrazione. Soprattutto vittorie per levarsi fuori dalla zona retrocessione (la Ternana è penultima a 20 punti). E il mercato offre spunti: preso Diakitè, ex difensore di Lazio e Fiorentina classe '87. Rinforzo d'esperienza, colpo del nuovo ds Danilo Pagni: "Un giocatore della Lupa Roma mi ha dato l'imbeccata, fortuita a dire il vero. Anche a Crotone era un nome che già girava, e poi io frequentavo Formello ai tempi della Lazio". 

Pettinari e Ledesma - Dopo Diakitè, vicini altri due acquisti per Carbone: Stefano Pettinari - classe '92 cresciuto nelle giovanili della Roma - ha firmato in sede e nel pomeriggio svolgerà il suo primo allenamento con la squadra. Arriva in prestito dal Pescara, dove fin qui ha totalizzato soltanto 6 presenze. Poco spazio, ma Oddo ci crede. E per questo l'ha mandato a giocare con continuità. Rinforzo importante. Pettinari vanta una buona esperienza in Serie B, in quanto ha militato in diverse squadre: Crotone, Latina, Vicenza, Pescara e Como. Finita qui? No, perché è in arrivo anche Cristian Ledesma (classe '82, ex regista di Lazio e Lecce). Proprio lui sì, reduce dall'ultima esperienza al Panathinaikos con Stramaccioni. Dopo lo svincolo, il ritorno in Italia. C'è ottimismo, si sta trattando sull'ingaggio. Ma la chiusura è ormai vicina.

Presentato Diakitè: "CR7 il più forte mai affrontato!" - Martedì il primo allenamento, poi la presentazione. Ecco le prime parole da giocatore della Ternana: "Io sono senza squadra da maggio, ho lavorato da solo per 4 mesi. Successivamente con la Lupa Roma, ma la Ternana è l'unica squadra che mi ha cercato veramente. Il ds Pagni e Carbone mi hanno convinto, inoltre non volevo andare fuori Europa per giocare". Livello fisico? "Sto bene, anche se lavorare da solo é diverso. Io mi metto a disposizione, poi decide l'allenatore. Anche se preferisco la difesa a tre". Sui nuovi compagni? "Bene bene, mi hanno fatto sentire a casa. Poi c'è Siviglia e anche lui mi ha parlato della Ternana, lo conosco molto bene". Salvezza? "Io ho giocato con molte squadre che avevano come obiettivo la salvezza, affronterò la B come la A, non ho paura. La vivo tranquillamente questa cosa del ritorno in B, sono stato sei mesi a casa, le cose devo meritarmele, dobbiamo far parlare il campo". Sull'ambiente trovato: "Ho trovato benissimo i miei compagni, ho vissuto situazioni anche più calde". Sugli allenatori avuti, chi ti ha dato di più? "Delio Rossi, Paolo Di Canio, Vincenzo Montella..." Sull'avversario più tosto, infine: "Il più forte è stato Cristiano Ronaldo, si marcava da solo, dipende se ha voglia di giocare".

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky