user
15 gennaio 2018

Foggia, presentati Kragl e Scaglia: "Qui per la salvezza"

print-icon
Oliver Kragl e Luigi Scaglia - Foggia

Oliver Kragl e Luigi Scaglia, nuovi giocatori del Foggia

In conferenza stampa presentati due degli acquisti rossoneri di questo mercato. L'ex Parma: "Chi si impegna merita, io voglio giocarmi le mie carte". Il tedesco, in prestito dal Crotone: "Qui per giocare, non voglio più fare panchina"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

A Foggia è tempo di rivoluzione. Dopo una quieta prima parte di stagione, un gennaio di sussulti per i rossoneri: molti gli addii, altrettanti i nuovi arrivi portati in Puglia dal ds Nember. A cominciare da Luigi Scaglia e Oliver Kragl, presentati entrambi oggi in conferenza stampa: “Arrivo a Foggia con la consapevolezza di poter fare la mezzala - ha esordito l’ex centrocampista del Latina in prestito dal Parma - Sono contento di essere qui. Nel 3-5-2 sicuramente mi vedo più mezzala che negli altri ruoli, poi deciderà il mister che ruolo potrò fare. Nel 4-3-3 preferisco giocare alto, però mezzala mi piace. Se ho accettato Foggia è perché l’ho fatto con entusiasmo, altrimenti non sarei nemmeno venuto. Ho voluto accettare questa sfida e spero di portarla al termine nel migliore dei modi. E’ stato un impatto sicuramente positivo, sono rimasto stupito dall’ambiente. Nessuno ti garantisce niente, il mister non deve guardare in faccia a nessuno. Chi merita gioca. Io vengo in prestito però voglio giocare le mie carte per far bene, in futuro non si sa. Adesso c’è il presente e bisogna far bene a Foggia. Il campionato è equilibrato, si può perdere e vincere con tutti. Non c’è una partita dove parti già battuto, in Serie B può succedere di tutto”.

Kragl: "Sono troppo felice e sto bene: voglio giocare"

A parlare anche l’esterno tedesco, arrivato dal Crotone: “Sono troppo felice di essere a Foggia. La cosa più importante è che voglio giocare - ha esordito - Sono venuto qui per giocare a calcio, non voglio stare più in panchina. Per questo sono qua. A Crotone mi sono allenato un mese e mezzo, fisicamente sto bene. Il mio problema al ginocchio è finito. Adesso sono ok. Da febbraio non gioco una partita dall’inizio. Ho tanti italiani amici in Germania, mi hanno detto Foggia è una città bellissima, mi hanno spinto a dire sì. Io son venuto in prestito per questi sei mesi. Adesso ho la mia testa qui e voglio giocare qui. Se sto bene qui posso stare altri cinque/sei anni. Non ho Sky a casa, non guardo tanto il calcio. Io non sono venuto per andare in Lega Pro, darò tutto per stare con il Foggia in Serie B”, ha concluso.

Speciale calciomercato 2018: tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI