05 maggio 2017

Giro 100, a Olbia Postlberger beffa tutti: a lui la prima maglia rosa

print-icon
pos

Lukas Pöstlberger trionfa sul traguardo di Olbia (foto Twitter @giroditalia)

L'austriaco della Bora parte a gruppo compatto a 2 km dalla fine e conquista tappa e prima maglia rosa. Niente da fare per la fuga di giornata scattata al secondo chilometro e riacciuffata nel finale dopo 200 km

La prima maglia rosa del Giro del Centenario è di Lukas Pöstlberger. Nella tappa Alghero-Olbia trionfa l’austriaco della Bora-Hansgrohe con uno scatto decisivo nel finale che beffa il gruppo, ricompattatosi a pochi km dall’arrivo. Niente da fare per i coraggiosi di giornata, 5 uomini in fuga fin dal secondo chilometro per 200 chilometri che vengono ripresi dal gruppo a 4 km dall’arrivo. Prima maglia rosa sorprendente al Giro.

La tappa

Da Alghero a Olbia 206 chilometri caratterizzati da salite brevi, poco impegnative: alla vigilia era dato un probabile arrivo in volata, ma non era scontato per la presenza del GPM di San Pantaleo a circa 20 km dal traguardo, 5,6% di pendenza media. Alla fine i velocisti restano tutti in gruppo per l’attesissima sfida della vigilia tra Andrè Greipel, Fernando Gaviria e Caleb Ewan, senza dimenticare gli italiani Giacomo Nizzolo e Sacha.

Dopo 2 km è già fuga

La fuga di giornata parte già dopo soli due km. Il vantaggio del gruppetto di 6 fuggitivi (Maestri, Benedetti, Bialoblocki, Teklehaimanot, Brutt, Zhupacala) arriva a superare i 4 minuti ma poi si riduce progressivamente, fino ai 2’ tondi. Il gruppo sembra controllare agevolmente in attesa del cambio di ritmo decisivo per riprendere i fuggitivi. Attacco che arriva puntualmente tra i 30 e i 40 km dall’arrivo quando l’andatura aumenta e il ritardo del gruppo scende fino a 1’20”.  

San Pantaleo, il GPM decisivo: velocisti indenni

Il gruppo arriva al GPM di San Pantaleo, 3.250 chilometri con pendenza media del 5.6% ed uno strappo al 9%, con questo ritardo. Il gruppetto dei fuggitivi va in seria difficoltà (Bialoblock si stacca) e vede il proprio vantaggio scendere inesorabilmente sotto il minuto. Nel frattempo tutti i velocisti superano indenni il GPM. 

Pöstlberger beffa tutti

Sembrava la fine della fuga, ma il gruppetto dei 5 superstiti non molla e conserva 30-40 secondi di vantaggio. Deve però capitolare, dopo quasi 200 km, a 4 km dalla fine dopo lo strappo decisivo del gruppo, guidato dalla CCC e dalla Orica-Scott. A gruppo ricompattato sembra tutto pronto per la volata, ma a 2 km dal traguardo parte l'austriaco Pöstlberger, che beffa tutti e arriva da solo sotto lo striscione dell'arrivo. La volata del gruppo va a Caleb Ewan, poi André Greipel. La prima maglia rosa che non ti aspetti al Giro del Centenario.

Tutti i siti Sky