16 maggio 2017

Giro d'Italia 2017, Dumoulin re della crono e nuova maglia rosa

print-icon
dum

Dumoulin vince il Sagrantino Stage (Foto Getty)

L'olandese ha vinto la prima crono del Giro tagliando il traguardo in 50’37’’, 49’’ meglio di Thomas e 56’’ di Jungels. Il ciclista della Sunweb diventa la nuova maglia rosa. Ottima prova di Vincenzo Nibali che conclude al 6° posto in 52'44'' azzerando quasi del tutto il ritardo da Pinot in classifica generale. Domani l'11^ tappa: si parte da Firenze (Ponte a Ema) e si arriva a Bagno di Romagna

Tom Dumoulin vince la cronometro di Montefalco ed è la nuova maglia rosa del Giro d'Italia. L'olandese del team Sunweb ha vinto la 10^ tappa del 100^ Giro d'Italia, da Foligno a Montefalco di 39,8 km, tagliando il traguardo in 50'37'' e spodestando dal primo posto della classifica generale Nairo Quintana. Secondo posto per Thomas del team Sky, 3° per il lussemburghese Jungels. Bene Nibali che parte male ma recupera nel finale concludendo in sesta posizione con il tempo di 52'44''.

La tappa

La crono di oggi, denominata "Sagrantino Stage", proponeva un lungo tratto in pianura seguito da salite e discese piuttosto articolate. Partiti da Foligno si entrava su strade di media larghezza per oltre 12 chilometri, superando Bevagna, dove al km 9,8 era posto il rilevamento cronometrico. A quel punto iniziavano quindi le salite con pendenze medie del 4,5%, fino alla Madonna delle Grazie, dove la strada diventava un falsopiano sempre leggermente a salire. La discesa era veloce, con curve e controcurve fino a San Marco, dove la strada tornava rettilinea e pianeggiante. A Bastardo, dopo una svolta a 'U', c'era il secondo rilevamento cronometrico (km 28,2) e l'inizio di un falsopiano a salire che portava al traguardo di Montefalco. 

Il dominio di Dumoulin e il recupero dello Squalo

La tappa di oggi è stata dominata dall'olandese Dumuolin, considerato il favorito già alla vigilia, che è partito fortissimo e ha concluso ancora meglio concludendo i 39,8 km di corsa in 50'37''. Eccellente anche la prova del ciclista del team Sky, Geraint Thomas, che al secondo intermedio aveva già raggiunto uno specialista come Kiryenka, partito 3 minuti prima rispetto al britannico. Giornata assolutamente positiva anche per Vincenzo Nibali bravo a recuperare dopo una partenza a rilento e che, grazie al 52'44'' finali, ha praticamente azzerato lo svantaggio rimediato sul Blockhaus da Pinot e Quintana. Negative, forse anche oltre le aspettative, le prestazioni di quest'ultimi, che hanno impiegato quasi 3 minuti in più dell'olandese per concludere la crono di oggi. La nuova maglia rosa ha ora un vantaggio di 2'23'' sul colombiano, 2'38'' da Mollema (10° oggi), 2'40'' da Pinot e 2'47'' dallo Squalo.

Tutti i siti Sky