19 luglio 2017

Aru non si arrende: "Oggi ho perso, ma il Tour finisce domenica"

print-icon

Fabio Aru oggi ha sofferto sul Galibier, una delle salite simbolo del Tour de France 2017 e ora è in ritardo di 53” dalla maglia gialla di Chris Froome, invece soddisfatto della sua gestione nella prima delle due tappe alpine

Un Fabio Aru visibilmente deluso ha commentato le sue difficoltà al termine della 17esima tappa del Tour de France: “Oggi ho perso e sicuramente non posso essere contento ma il Tour finisce domenica. Non è stata una giornata non positiva per me, ma questo è il ciclismo e bisogna accettare anche le giornate in cui si perde qualcosa. Eravamo a una certa quota – dice il sardo - quando hanno attaccato non mi sono trovato le energie per rispondere. Ieri è stata dura, oggi anche e domani lo sarà altrettanto. Ho perso rispetto ai miei rivali più diretti e questo non mi fa piacere”.

Froome soddisfatto

Giornata di grande resistenza e abnegazione per il team Sky, che ha saputo proteggere al meglio la maglia gialla di Chris Froome: “Sapevo che sarebbe stata una lotta tra i migliori sulla salita ed ero preparato per questo. Ho cercato di seguire gli altri e di non spendere troppe energie in vista di domani. Aru ha perso un po’ di tempo, ma domani sarà una tappa molto dura con la salita finale dell’Izoard e mi aspetto una giornata tosta”.

Al settimo cielo Primoz Roglic, autore di una grande azione sul Galibier. Il ciclista del team Lotto è diventato il primo sloveno a conquistare una tappa al Tour e dopo le fatiche ha commentato la sua prestazione: “È qualcosa di incredibile, non ho parole. Avevo pianificato questo attacco, oggi volevo lasciare il segno perché c’era la mia ragazza e la mia famiglia. Vedere sventolare la bandiera Slovena per la prima volta è qualcosa di fantastico”.
 

I PIU' VISTI DI OGGI