Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
22 maggio 2019

Giro 2019, Carpi-Novi Ligure: Ewan vince 11^ tappa, Conti sempre in rosa. Classifica

print-icon

L'australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal) vince allo sprint l'11^ tappa del Giro, partita da Carpi e arrivata a Novi Ligure. Niente da fare per Elia Viviani, quarto, che saluta la corsa senza successi. Leader della Classifica generale sempre Valerio Conti (Uae Emirates) con un vantaggio di 1'50" su Roglic e 2'21" sul terzo, Peters. Nibali 11° a 3'34"

12^ TAPPA LIVE

LE CLASSIFICHE

IL GIRO SU SKYGO ED EUROSPORT 1

L'australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal) vince allo sprint l'11^ tappa del Giro, partita da Carpi e arrivata a Novi Ligure. Secondo il francese Arnaud Demare, terzo il tedesco Pascal Ackermann. Niente da fare per Elia Viviani, quarto e molto amareggiato, che saluta la corsa rosa senza successi. Leader della Classifica generale sempre Valerio Conti (Uae Emirates) con un vantaggio di 1'50" su Roglic e 2'21" sul terzo, Peters. Nibali 11° a 3'34".

Il vincitore dell'11^ tappa Calen Ewan (foto Getty)

LA CRONACA

Il Giro "vola" in Piemonte, sulle strade di Fausto Coppi, dove l'Airone nacque quasi 100 anni fa (a Castellania) e scrisse alcune delle pagine più epiche nella storia del ciclismo. L'undicesima tappa parte da Carpi e attraversa la via Emilia fino al traguardo di Novi Ligure, patria del grande Costante Girardengo: ancora una frazione per velocisti, un'altra chance per il campione d'Italia Elia Viviani, l'unico tra gli sprinter senza un successo e secondo anche a Modena, battuto dal francese Arnaud Démare. Nessun Gran premio della montagna, 221 km percorsi di slancio, gli scalatori hanno preso la rincorsa in vista delle salite... che la faranno da padrone già dalla Cuneo-Pinerolo di giovedì, in omaggio all'impresa del "Campionissimo" e a quel 10 giugno del 1949, data scolpita per l'eternità nel cuore degli sportivi. Come ormai d'abitudine subito una fuga, i "soliti" tre: Marco Frapporti (Androni), Damiano Cima (Nippo) e Mirco "Paperino" Maestri (Bardiani) che scappano già al chilometro zero e rimangono all'attacco per quasi 5 ore, prima di essere ripresi ai -20, quando le squadre cominciano a preparsi per la volatona finale. Fasi di studio, la formazione dei trenini e via sul rettilineo conclusivo, lungo 3 km, fino allo sprint di Caleb Ewan, che bissa la vittoria di Pesaro bruciando sullo scatto Demare e Ackermann. E Viviani, medaglia di legno, che a fine gara ha annunciato di aver corso l'ultima tappa del suo Giro. "Arrabbiato? No, deluso. Non sono sereno, se avessi vinto forse la decisione sarebbe stata diversa" ha dichiarato il veronese della Deceuninck-Quick Step. Che aveva tagliato per primo il traguardo a Orbetello, poi declassato dalla giuria per cambio di direzione, una manovra giudicata scorretta, a favore del secondo classificato Fernando Gaviria. 

I tre "fuggitivi" Maestri, Frapporti e Cima, oltre 5 ore all'attacco (foto Twitter Giro d'Italia)

CLASSIFICA GENERALE

1) CONTI Valerio (UAE TEAM EMIRATES) 

2) ROGLIC Primoz (JUMBO-VISMA) + 01' 50"

3) PETERS Nans (AG2R LA MONDIALE) + 2' 21"

4) ROJAS José (MOVISTAR) +2' 39"

5) MASNADA Fausto (ANDRONI GIOCATTOLI) +2' 36"

MAGLIA CICLAMINO: leader della classifica a punti Pascal Ackermann (Bora - Hansgrohe)

MAGLIA AZZURRA: leader del Gran Premio della Montagna Giulio Ciccone (Trek - Segafredo)

MAGLIA BIANCA: leader della Classifica dei Giovani, Nans Peters (Bardiani CSF)

 

La Maglia rosa Valerio Conti (foto Getty)

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi