user
25 novembre 2017

Superscudetto, lo metto o no? Sei personaggi in cerca del gol

print-icon

Niente scontri diretti tra le prime della classe; per qualche Big impegno sulla carta semplice. Scelte scontate quindi al fantacalcio? Non proprio perché c'è chi non segna da un bel po'. E il digiuno può continare

LE PROBABILI FORMAZIONI

Tanti fantallaentori stanno aspettando ma giornata dopo giornata il gol non arriva. C'è gente che  abituata a segnare con una certa continuità che però è a secco da un bel po' di turni. Prendete Dzeko: non sbagliamo se azzardiamo che il bosniaco è sempre titolare nella squadra di chi lo ha comprato ma la punta romanista non riesce a finire nel tabellino dei marcatori da ben 6 giornate. Il suo ultimo centro risale al primo giorno di ottobre, a San Siro contro il Milan. Come lui ce ne sono altri che costano (o sono costati in sede di asta) parecchio e che non stanno pagando i dividendi sperati. Con l'aiuto delle statistiche proviamo a capire se riusciranno a sbloccarsi o meno durante questa 14ma giornata.

 

Dzeko (ultima rete alla 7ma giornata)

sei partite giocate e oltre 500' in campo senza reti. E' questo il 'bottino' del capocannoniere della scorsa stagione dal suo ultimo gol ad oggi. La Roma in trasferta ha sempre vinto e in 5 gare lontano da casa ha collezionato 12 gol. Giallorossi che in trasferta sono l'unica squadra di Serie A che non è mai andata sotto nel punteggio. Dzeko si prende un buon numero di tiri e spesso centra lo specchio. Il suo momento può arrivare già da questa giornata.

 

Inglese (ultima rete alla 9a giornata)

La sua doppietta nel derby è ancora un vivo ricordo nella mente dei tifosi e l'impegno casalingo contro una Spal con tre squalificati potrebbe essere un motivo in più per vederlo tornare a segnare. Se escludiamo il rigore segnato al Verona, gli altri 3 gol di Inglese sono arrivati tutti di testa. E' un attaccante d'area di rigore ma in questo campionato ha preso davvero pochissimi tiri ad alta (o media) percentuale di realizzazione. Dovesse continuare così anche oggi, difficilmente ritroverà la via del gol.

 

Thereau (ultimo gol alla 9a giornata)

Il francese ha recuperato dall'infortunio che lo aveva costretto ai box una settimana fa e dovrebbe partire titolare contro la Lazio. L'impegno della Fiorentina non è dei più semplici e in trasferta Thereau ha segnato finora 3 reti (compresa quella alla Spal in maglia Udinese). Piccolo problema: in tutte e tre le occasioni il gol è arrivato su rigore. Quindi, ad oggi, il Thereau formato trasferta non ha ancora realizzato una rete su azione. C'è da dire che la Lazio si è vista fischiare contro già 4 rigori.

 

Ljajic (ultimo gol alla 5a giornata)

Tre reti nelle prime 5 uscite stagionali in campionato avevano fatto esultare tanti fantallenatori che avevano sperato nel colpaccio di mercato. Invece poi Ljajic si è fermato lì e il suo digiuno dura ormai da oltre 700'. E dire che ha giocato tutte le partite disputate dal Toro. Dalla sesta giornata in poi, il serbo ha tirato 14 volte ma ha centrato lo specchio solo in due occasioni, una in casa contro il Cagliari e una in trasferta contro il Crotone. Da questi numeri la scelta dei fantallenatori sembra scontata...

 

Luis Alberto (ultimo gol alla 7ma)

E' stato il colpo low cost del campionato. Ottimi voti, qualche gol e soprattutto tanti assist. Ha ritorvato la rete in Europa League ma anche se non dovesse andare a segno contro la Fiorentina, i bonus possono arrivare sotto forma di assist. Tra la 7a e la 10a giornata ne ha  sfornati uno a partita. Considerate anche che ha una media a partita di 3 passaggi che permettono a un compagno di andare alla conclusione. Lo scorso anno nei 360 minuti giocati ne aveva oltre 4 di media.


Papu Gomez (ultimo gol alla 5a giornata)

Questo è un rebus di difficile soluzione. Da una parte abbiamo la peggior difesa dei 5 maggiori campionati; una squadra che concede una media di 2,71 "expected gol" a partita ma pur sempre una squadra che è alla ricerca disperata dei primi punti della propria storia in A. Dall'altra parte c'è il Papu con i suoi colpi, la sua classe e le sue traiettorie. Col Benevento di solito in molti fanno 'all-in' ma Gomez, che dovrebbe partire titolare, ha segnato fin qui 3 reti in A, due delle quali su rigore. Rispetto alla passata stagione, il Papu sta prendendo molti meno tiri dalla zona centrale dell'area di rigore. Zona che un anno fa gli consentì di segnare poco meno di 10 gol (rigori esclusi). Ecco forse spiegato il motivo del digiuno del capitano nerazzurro che contro il Benevento rischia di rimanere ancora a secco.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi