user
25 settembre 2018

Consigli Fantacalcio: i 'campo o panca' della sesta giornata

print-icon

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

LE PROBABILI FORMAZIONI

Il sesto turno di campionato si presenta da solo con un hashtag: #TurnoInfrasettimanale. E’ l’incubo di ogni fantallenatore: se c’è una giornata nella quale rischiamo di giocare in 10 (o in 9) è proprio questa. Di solito va così: chi deve fare turnover non lo fa e chi pensiamo che cambi poco, fa invece una rivoluzione. Diffidate da chi vi dice che l’infrasettimanale è per fantacalcisti esperti: sbagliano tutti. E’ un dato di fatto. Anche la nostra rubrica con i consigliati e quelli da evitare può ‘subire’ l’influenza delle 3 gare di campionato ravvicinate. Non per questo ci tiriamo indietro.

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

  • Giocatori come Icardi, Cristiano Ronaldo, Higuain e gli altri bomber spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di “panca” oppure come consigliati in un match particolarmente difficile

  • Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede.

Campo

Titolare della settimana – Arkadiusz Milik vs Parma

Salvo sorprese, il polacco dovrebbe guidare l’attacco del Napoli nella gara interna contro il Parma. I ducali sono reduci da una importante vittoria ma, forse, era proprio sulla sfida contro il Cagliari che D’Aversa aveva puntato buona parte delle proprie fiches. In trasferta Gervinho e compagni concedono quasi 7 tiri in porta alla squadra avversaria e il Napoli, tra le mura di casa, segna in media un gol ogni 3 tiri in porta. Milik inoltre è quel tipo di attaccante che magari non tirerà tantissimo durante una partita ma che sa scegliere bene tra una conclusione ad alta percentuale di realizzazione e un assist da una zona gol meno probabile. Sponde per gli inserimenti, qualità aeree ma non solo e un Parma piuttosto stanco. Difficile tenere fuori Arcadio…

Luis Alberto vs Udinese

Ricordate le motivazioni che ci avevano spinto a proporre Milinkovic-Savic quale titolare della settimana nella quinta giornata? Beh con Luis Alberto non si va molto lontano rispetto al compagno di squadra (che contro il Genoa ha segnato e fornito un assist). Un solo gol segnato dalla squadra di Simone Inzaghi in trasferta fino a questo momento, ma come il vento è cambiato in casa, così può succedere anche ‘on the road’. Il finale della scorsa stagione raccontava di una Lazio capace di segnare almeno 2 reti nelle gare fuori casa in 5 delle ultime 6 gare disputate. Luis Alberto ha riposato nella scorsa gara e la sua freschezza può essere determinante, soprattutto conto la ‘solita’ Udinese. Velazquez infatti, fino ad ora, ha utilizzato solo 17 giocatori e la stanchezza potrebbe farsi sentire in maniera più pesante in gare così ravvicinate.

Cengiz Under vs Frosinone

E’ una Roma che non può sbagliare. Di Francesco metterà in campo la squadra che gli darà più garanzie sia tecniche che caratteriali e il turco, fatte queste premesse, dovrebbe essere una certezza a livello di titolarità. Contro il Bologna è stata una Roma che, nonostante lo zero alla voce gol segnati, ha costruito tanto. In base alla pericolosità delle zone da cui hanno tirato i giallorossi, l’xG (gol attesi) della sfida del ‘Dall’Ara’ ha raccontato di un 3,25 da parte della Roma. I 19 tiri in porta fin qui effettuati in casa sono secondi solo ai 20 della Fiorentina ma i viola hanno già disputato tre gare interne contro le due della Roma. Il trio Under-Dzeko-El Sahharawy hanno combinato in campionato per 17 tiri in porta con il turco che ha una percentuale di precisione superiore rispetto ai compagni.

Samu Castillejo vs Empoli

Il ballottaggio nell’attacco del Milan riguarda proprio lo spagnolo che potrebbe sopravanzare Calhanoglu. Il turco non sta attraversando un periodo propizio e Gattuso ha bisogno che tutti e tre gli attaccanti girino al meglio. Suso è reduce da due assist contro l’Atalanta, uno dei quali per la rete di Higuain. Castillejo ha avuto fin qui in campionato poco minutaggio e mai da titolare. Contro un Empoli che rischia di avere pesanti assenze, anche il Milan potrebbe cambiare qualcosa. Se Gattuso deciderà di promuovere Castillejo, l’ex Villarreal ‘rischia’ di essere un colpaccio di giornata.

Ivan Perisic vs Fiorentina

I numeri del croato per ora non mentono. In attesa che Icardi trovi il suo primo gol stagionale in campionato, Perisic è il giocatore dell’Inter che tira e che crea di più. Sono 11 le conclusioni tentate dall’esterno nerazzurro, cinque delle quali finite nello specchio della porta. Tra cross e assist però anche la fase di rifinitura può portare bonus e buona pagella. E’ un Perisic che ha come primo obiettivo la continuità di rendimento: le prestazioni ad intermittenza devono essere drasticamente ridotte. Il numero di occasioni create per i compagni di squadra è già salito a 11 mentre i cross sono stati 29 con quasi il 30% di positività.

Panca

Panchinaro della settimana – Federico Santander

Qualcuno potrà pensare: “Beh non ci vuole una scienza per dirlo”. Ci sono però alcune considerazioni da evidenziare: il Sassuolo visto all’ “Allianz Stadium” ha prodotto molto di più rispetto ai numeri che la Juventus concede nello stadio di casa. La prima da titolare di Perin potrebbe rappresentare una variabile importante. Chi però è rimasto colpito dal secondo gol del Bologna contro la Roma sappia che difficilmente la Juventus potrà concedere contropiedi così comodi. In più c’è da guardare al futuro. Il Bologna ha trovato 3 punti preziosissimi contro la Roma e non è ‘obbligato’ a tentare il colpaccio a Torino. In più Inzaghi ha una situazione infortunati davvero pesante e potrebbe anche tenere a riposo Santander o comunque impiegarlo per un tempo limitato.

Kevin Lasagna vs Lazio

L’attaccante bianconero, partito dalla panchina contro il Chievo, è tornato a timbrare il cartellino. E’ stata una delle poche situazioni nelle quali l’attaccante azzurro ha avuto una chiara chance per segnare. Dei 7 tiri fin qui effettuati da Lasagna, ben 6 sono finiti nello specchio: la statistica è decisamente buona ma analizzando più in profondità scopriamo che, gol a parte, solo un tiro contro la Sampdoria aveva una buona percentuale di realizzazione. Al momento sembra essere più uomo assist che finalizzatore. La Lazio di Inzaghi recupera anche Luiz Felipe e là dietro, tra i biancocelesti, c’è sempre maggior attenzione difensiva anche se, Piatek, insegna, qualche errore individuale resta.

Domenico Berardi vs Spal

Miglior attacco contro miglior difesa: chissà che partita salterà fuori. A livello assoluto la squadra di Semplici non è la meno battuta del campionato ma andando ad analizzare le classifiche casalinghe scopriamo che la Spal è l’unica squadra di A senza gol al passivo. Andando a scavare meglio, troviamo anche il numero di tiri in porta concessi agli avversari: il totale dice uno (sempre nelle gare casalinghe). Boateng è a rischio, Di Francesco è in palla. Berardi non pare essere ancora quella risorsa offensiva fantacalcistica che tutti i suoi fantallenatori speravano che fosse. Senza l’eventuale impiego di Boateng però non ci sarebbero dubbi: in caso di rigore a favore sarebbe lui l’incaricato. Anche se, storicamente, i suoi numeri dal dischetto non lo rendono infallibile.

Gregoire Defrel vs Cagliari

Tra indisponibili e acciaccati, là davanti nella Sampdoria nessuno può tirare il fiato. Il tour de force è davvero notevole. Contro l’Inter, ma non era semplice, Defrel aveva trovato il gol che lo avrebbe fatto svoltare in termini di voto finale. Il Var glielo ha tolto e la leggere insufficienza è rimasta. Se il duo d’attacco funziona a pieno regime, sia Quagliarella che l’ex romanista possono fare cose mirabolanti. Defrel però non pare essere al momento quel giocatore in grado di risolvere ‘da solo’ il match. Come detto le tossine non si possono smaltire subito in casa Samp e la trasferta di Cagliari, visti i numeri della squadra di Maran, può rappresentare una buona occasione per far punti ma rispetto a Milan e Sassuolo (precedenti avversarie dei rossoblù in casa) sulla carta l’impegno appare un po’ più duro.

Marko Pjaca vs Inter

Una chiave importante del match della squadra di Pioli contro quella di Spalletti è rappresentata da come verrà occupata l’area nerazzurra dagli avanti Viola. Nelle gare interne di Icardi e soci contro Torino e Parma i tocchi in area interista da parte degli attaccanti avversari sono stati limitati. Pioli ha annunciato che ‘qualcosina cambierà’ a livello di formazione titolare. Eysseric prova a recuperare terreno proprio su Pjaca. Quasi tutte le conclusioni tentate fin qui dall’ex bianconero sono arrivate da dentro l’area in virtù spesso di una spinta offensiva della squadra di Pioli che portava molti uomini negli ultimi 20 metri. Contro l’Inter la storia potrebbe essere un bel po’ differente e non è escluso che Pioli abbia già pianificato una staffetta Pjaca-Eysseric.

 

 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi