Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
29 marzo 2019

Consigli Fantacalcio: i "campo o panca" della 29^ giornata

print-icon

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

FANTA ROOM: I CONSIGLI STATISTICI

GIOCA A SUPERSCUDETTO

TUTTE PROBABILI FORMAZIONI

Nazionali, campionato e turno infrasettimanale. Le ‘trappole’ fantacalcistiche sono davvero dietro l’angolo: tra stanchezza e turnover non siamo di fronte a una ‘normale’ giornata con pochi ballottaggi, qualche testa a testa e molte certezze. Prendiamo per esempio quei titolari che, con tutta probabilità, scenderanno in campo dal primo minuto: parlando di attaccanti chi lo sa se qualcuno non possa accusare viaggi e partite con la propria nazionale. Chi lo sa se un allenatore è ‘costretto’ a chiedere un ulteriore sforzo a qualcuno perché così l’equilibrio di squadra ne guadagna…

Per qualche fantallenatore, purtroppo, ci sono già notizie ufficiali come l’infortunio a Lautaro Martinez o l’assenza di El Shaarawy o la (quasi sicura) panchina per Sanabria. Poi ci sono le speranze tipo Mauro Icardi (‘dai Spalletti mettilo…con quel che mi è costato!’ penseranno in molti) o Federico Chiesa che sta cercando di recuperare per la sfida contro il Torino. Un classico weekend tra scelte obbligate e ragionamenti per tutti noi del ‘fanta’ ma oggi, forse, è ancora più difficile districarsi tra titolari e attaccanti.

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

  • Giocatori come Piatek o altri bomber spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di "panca" oppure come consigliati in un match particolarmente difficile.

  • Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede

 

CAMPO

Titolare della Settimana – Rodrigo Palacio vs Sassuolo

Ricordiamo tutti l’ultima uscita di Rodrigo Palacio: senza Santander aveva giocato “come Maradona” per usare le parole di Mazzarri dopo la sfida di due settimane fa. Potendo svariare sul fronte d’attacco, e con due settimane di riposo, impossibile non pensare a lui per una maglia da titolare. Tra assist, giocate e occasioni create, in questo momento non è secondo a nessuno in Serie A. Il Sassuolo fuori casa è reduce da tre gare di fila con almeno un gol subito. Il Bologna dal canto suo, aveva battuto 2-0 il Cagliari lo scorso 10 marzo, tornando a segnare più di una rete in casa. Cosa che non accadeva da ottobre!.

Sergio Pellissier vs Cagliari

Quando leggiamo i numeri delle ultime in classifica, dobbiamo fare attenzione a scremare le cifre considerando anche la difficoltà delle avversarie incontrate. Il Chievo ultimamente combina poco contro le grandi del nostro campionato ma se considerassimo le medio piccole, la squadra di Mimmo di Carlo ha avuto una media di oltre 1,50 xG a partita. Pellissier torna dopo un’assenza prolungata. Potrebbe anche partire dall’inizio in coppia con Stepinski e quando il capitano clivense è in campo, è un Chievo che magari non vincerà ma che tende a creare molto di più.

Federico Bernardeschi vs Empoli

In tanti aspettano la nuova chance per Moise Kean ma in conferenza stampa Massimiliano Allegri ha parlato molto del talento classe 2000. La sovraesposizione mediatica non è andata giù al tecnico bianconero. Uniamoci quel “Probabilmente Dybala, Mandzukic e Bernardeschi giocheranno tutti” e abbiamo la soluzione dell’equazione. Kean quindi pare destinato a una iniziale panchina. La titolarità di Mandzukic potrebbe esaltare le doti da rifinitore di uno che, in maglia Juve, riesce a dispensare assist e occasioni per i compagni. Senza CR7 è quasi sempre stato Bernardeschi, se impiegato, a calciare con più frequenza durante le gare dei bianconeri. Magari è arrivato anche il momento giusto per il +3 fantacalcistico.

Camillo Ciano vs Spal

Nelle ultime tre gare casalinghe, il Frosinone è sempre andato oltre quota 1 quanto a xG (‘expected gol’) trovando la via della rete nelle ultime due fatiche interne. Dopo un periodo decisamente buio (zero gol fatti in casa tra la 16ma e la 22ma giornata), a livello offensivo pare che un po’ di luce sia ritornata. Per coltivare qualche speranza di salvezza, l’imperativo è quello di battere una Spal che ultimamente ha perso colpi in difesa anche con le medio-piccole. Molta della fase offensiva del Frosinone passa per i piedi di Camillo Ciano (che è anche il rigorista della squadra). Spal che, come abbiamo visto in ‘Fanta Room’, arriva a concedere una media di quasi 4 tiri nello specchio a partita.

Dries Mertens vs Roma

E’ una Roma che, in casa, sta facendo la ‘margherita’: una volta concede pochissimo, una volta concede troppo. Dopo il 2-1 casalingo contro l’Empoli (con gli ospiti tenuti a 0,20 xG), il ‘petalo’ giallorosso suggerisce una partita con molte più occasioni da rete per gli uomini di Ancelotti che, numeri alla mano, creano tanto indipendentemente dalle abitudini degli avversari. Certo, senza Insigne non sarà semplice ma Mertens ha dimostrato di essere in un ottimo momento sia per numero di conclusioni che per suggerimenti per i compagni. L’assenza di Insigne potrebbe anche avere un ulteriore effetto ovvero quello di concentrare maggiormente su di lui le conclusioni dalla media-lunga distanza.

PANCA

Panchinaro della settimana – Alberto Cerri vs Chievo

Senza lo squalificato Pavoletti ci potrebbe essere, in casa Cagliari, una staffetta che vedrebbe coinvolto anche Cerri. Le ultime notizie dicono che il giovane azzurro potrebbe anche partire dall’inizio, fatto che non si verifica dalla 19ma giornata di campionato. La fine del girone d’andata ha coinciso con gli ultimi minuti passati in campo da Cerri che sarà sì di fronte all’ultima in classifica ma dall’altra parte il Cagliari ha sempre dimostrato di avere una marcia in più in casa. Lontano dalla Sardegna le cose, e i numeri, si complicano notevolmente, soprattutto senza l’apporto di Pavoletti.

Cristian Kouamè vs Udinese

Non è un buon momento per l’attaccante del Genoa. Nelle ultime 4 uscite Kouamè Non ha fatto registrare alcun tiro in porta (su un totale di 348 minuti passati in campo). La sua ultima rete risale alla 21esima giornata ed è per ora l’unico segnato dall’ex partner di Piatek nel girone di ritorno. La sua velocità può essere un’arma importante soprattutto per i compagni visto che contro la Juventus aveva fatto regitrare ben 4 occasioni create ma contro i bianconeri era un dato che andava ad invertire un trend anche in quel caso non positivo.

Giovanni Simeone vs Torino

La difesa del Torino continua a comportarsi molto bene fuori casa. Escludendo le tre reti subite all’Olimpico contro la Roma, la squadra di Mazzarri, nelle ultime 8 trasferte, non ha mai subito più di un gol e in 4 casi gli avversari del Torino sono rimasti all’asciutto. Simeone non è stato nell’XI iniziale nelle ultime due partite mentre dal punto di vista della produttività offensiva, il figlio del ‘Cholo’ ha centrato lo specchio della porta una sola volta (tra l’altro segnando) negli ultimi 305 minuti, La mancanza di Nkoulou potrebbe essere un punto a suo favore ma Djidji, se in giornata, ha dimostrato di essere all’altezza degli ottimi numeri difensivi dei granata.

Fabio Ceravolo vs Atalanta

L’Atalanta ha rallentato la propria corsa in classifica ma i numeri confermano il trend. Difensivamente parlando, Gasperini e i suoi concedono meno rispetto a quando facevano più punti in classifica. I nerazzurri hanno recuperato a pieno tutti i difensori titolari e c’è possibilità di scelta in base alle caratteristiche dell’attacco di D’Aversa. Con Inglese permato da un problema muscolare, con tutta probabilità toccherà a Ceravolo che non gioca da titolare dal novembre scorso nello 0-0 contro il Frosinone. Gli automatismi d'attacco, tra velocità e gioco in verticale, potrebbero risentirne. L'attaccante chiamato a sostituire Inglese, ha giocato solo due scampoli di partita nel 2019 per un totale di appena 29 minuti.

Ciro Immobile vs Inter

Escludendo le sfide di Coppa Italia, il bomber della Lazio non è mai riuscito in carriera a segnare all’Inter. Certo, la volontà è quella di sbloccarsi, ma nonostante l’assenza di De Vrij nella linea difensiva nerazzurra, c’è da registrate l’ottimo cammino sin qui fatto vedere dalla squadra di Spalletti contro le ‘Big’ del nostro campionato. Sconfitta solo in quel di Torino, l’Inter non ha preso gol contro Napoli e Milan (nelle gare interne). A Roma, all’andata, finì 3-0 per Icardi che stravinse il duello a distanza con Immobile.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi