Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
06 settembre 2019

Fantacalcio, i giocatori da acquistare tra chi ha cambiato squadra

print-icon
cov

Il mercato da record ha portato nomi altisonanti, volti noti e qualche sconosciuto. Molte big hanno pescato dall’estero ma c’è anche un esercito di giocatori provenienti dal ‘mercato interno’. Gente che conosce il nostro campionato ma che si deve adattare in una nuova realtà. Scopriamo chi sono i più appetibili per l’asta tra quelli che sono passati da una squadra di A ad un’altra

GIOCA A SUPERSCUDETTO: IL FANTA TARGATO SKY SPORT

CONSIGLI FANTACALCIO: L'ASTA PERFETTA CON 300 CREDITI

I confini sono sempre quelli italiani; a cambiare sono aspettative, obiettivi e rendimento. Non sono stati pochi i giocatori che hanno cambiato squadra pur rimanendo all’interno della Serie A. Per una parte del gruppo si tratta di rientri da prestiti ma anche in questo caso parliamo di una realtà diversa rispetto a quella della passata stagione. Vediamo quindi chi può giovare alla causa fantacalcistica tra quelli che non sono arrivati dall’estero.

RECA (Spal)

Il ruolo di esterno sinistro in casa Spal era rimasto scoperto all’indomani dell’infortunio occorso a Fares. La prima soluzione di Semplici è stata quella di mettere Igor in quella posizione. Teoricamente ci sarebbero anche uno tra D’Alessandro e Di Francesco ma il primo dovrebbe essere titolare a destra mentre il secondo è stato scelto come attaccante. Non è certo che l’ex Atalanta abbia il posto assicurato. Di certo però è un esterno di ruolo e al ‘fanta’ è considerato difensore

MANCINI (Roma)

Salto importante per il giovane azzurro. Da Bergamo a Roma. A leggere la classifica dello scorso anno sembrerebbe una piccolissima ‘retromarcia’ ma sappiamo bene che per blasone, la squadra giallorossa rappresenta un balzo in avanti. Abituato a giocare a tre, Mancini dovrà inizialmente adattarsi alla linea a 4 ma probabilmente sarà una difficoltà relativa. Le sue famosi doti aeree lo rendono molto appetibile agli occhi dei vari fantallenatori. Occhio solo alla titolarità che non pare, almeno pe ora, scontata

PULGAR (Fiorentina)

I suoi due biglietti da visita sono già arrivati anche con la nuova maglia. Un paio di +3 e fantallenatori già belli contenti. L’unica incognita è quella del prezzo. Pensate davvero che la Fiorentina avrà 15 rigori a favore in questa stagione? Pulgar non è esente da malus ma può compensare con qualche bonus su palla inattiva

NAINGGOLAN (Cagliari)

Tornato in terra sarda, Nainggolan non ha più le pressioni che derivavano dal giocare in una squadra che raramente poteva sbagliare. In rossoblù è uno dei leader e da lui ci si aspetta una stagione da trascinatore. Il buon voto in pagella non dovrebbe essere un problema per lui. Se riuscisse a limitare i gialli sarebbe tanta roba per i vari fantallenatori e qualche +3 è quasi scontato per uno come lui

ROG (Cagliari)

Rimanendo in Sardegna c’è anche Rog da non sottovalutare. L’ex Napoli potrebbe tornare utilissimo anche in virtù del prezzo. Nella mente di tanti fantallenatori ci sono Nainggolan come sicurezza e Nandez come possibile sorpresa e in tanti potrebbero dimenticarsi del terzo centrocampista. Più accumulerà minuti più ritroverà fiducia e più arriveranno ottime prestazioni

DALBERT (Fiorentina)

Sulla carta parliamo di un probabilissimo titolare. Gli ultimi arrivi (compreso quello di Caceres sempre dal mercato interno) ci suggeriscono varie soluzioni a livello di sistema di gioco. In caso di 3-4-3 Dalbert potrebbe anche essere il classico ‘fuori ruolo’ che cerchiamo. Difensore che agisce a centrocampo. Non è certamente uno dalla media voto costante ma scegliendo per bene le gare in cui schierarlo, può essere un’ottima risorsa

PAJAC (Genoa)

Parte della scorsa stagione lo ha visto protagonista in quel di Empoli. Sarà spesso in ballottaggio con Barreca ma Andreazzoli lo conosce molto bene e se lo ha voluto ci sarà un motivo. Il suo prezzo all’asta dovrebbe invogliarvi non poco. Esterno dotato di buonissimi tempi di inserimento

D’ALESSANDRO (Spal)

Da un esterno all’altro. Dopo Reca ecco D’Alessandro. Il successore di Lazzari non ha un compito facilissimo ed è forse per questo che più di un fantallenatore rinuncerà al suo acquisto. C’è da dire però che, per caratteristiche, lui e Lazzari non sono propriamente simili. Starà a Semplici cercare di tirare fuori il meglio da lui, ben sapendo che all’occorrenza può anche essere dirottato sulla sinistra, ruolo nel quale ha giocato buona parte del tempo. Sulla carta dovrebbe però fare meglio degli 0 gol del suo predecessore. A livello di assist invece sarà dura superare Lazzari

SENSI (Inter)

Il vero affare (forse) l’hanno messo a segno quelli che hanno fatto l’asta estiva prima dell’inizio del campionato. Nell’elenco dei nuovi arrivati Sensi era quello con meno riflettori puntati addosso. Le prime due giornate hanno però raccontato una storia diversa. Tecnicamente sarebbe da sconsigliare al fanta di oggi. Chi deve ancora fare l’asta rischia di pagarlo un sacco di soldi e non è detto che il suo rendimento sia da perenne 7 in pagella. Però non ce la sentiamo proprio di dirvi di non prenderlo...

KULUSEVSKI (PARMA)

Due presenze nelle prime due giornate di campionato. Titolare o messo a gara in corso, l’ex Atalanta è uno di quelli che potrebbe garantirvi quasi sempre un voto in pagella. Il sistema di gioco di D’Aversa lo vedrebbe giocare in posizione più avanzata anche se le sue caratteristiche non sono totalmente offensive. Lui però è uno che sa adattarsi bene e avere un centrocampista in attacco (magari a basso costo) non è male per la nostra fantasquadra

PINAMONTI (Genoa)

Arriva da una stagione più che positiva al Frosinone (a livello personale ovviamente) e dalle lacrime con la maglia azzurra. Il 2019 lo ha quasi sempre visto in campo con poche soste per recuperare ma l’età è dalla sua parte e passare tanto tempo sul campo significa accumulare esperienza e forse bruciare le tappe. Magari non segnerà 20 gol ma la doppia cifra dovrebbe essere ampiamente alla sua portata.

LAZZARI (Lazio)

Il suo inserimento è stato positivo fin da subito. Con una squadra più offensiva e che sta con il barcentro più alto, Lazzari non è costretto a fare tanti chilometri in copertura, potendo mettere con palloni in mezzo con più frequenza. Il 'problema' del gol è un non problema. L'esterno potrà anche sbloccarsi ma chi lo acquista lo fa per sperare che numeri e voti dello scorso anno si ripetano e che magari aumentino a patto di non dover fronteggiare uleriori problemi fisici

MANOLAS (Napoli)

La difesa del Napoli si è presentata con 6 gol presi in 2 partite. Che sia cambiata la storia? Possibile che Manolas e Koulibaly possano finire nelle 'delusioni fantacalcistiche' di stagione? Difficile che ciò accada. Spesso ad inizio stagione ci sono sorprese sia in positivo che in negativo. Non è tutto oro quel che luccica ma è vero anche il contrario. Non vale per tutto. Sia chiaro. Il greco e Koulibaly hanno tutto per far bene insieme e l'ex Roma ha forse anche qualche opportunità in più per portare in dote i tanto ambiti +3 rispetto al compagno. Sulle palle inattive Manolas è bravo sia ad impattare che ad inserirsi sui palloni tagliati verso la porta. L'altezza media del Napoli, tra lui, Koulibaly, Fabian e Milik non permette troppi raddoppi di marcatura su corner e punizioni

VERDI (Torino)

Uno che in attacco può coprire svariati ruoli è un bene ma forse non al 100% a lvello fantacalcio. L'ex Napoli torna al Toro e se dovesse rimettersi sui livelli visti a Bologna all'asta non dovete farvelo sfuggire. Essere un jolly però vuol dire anche giocare in posizioni sempre diverse ma Verdi è uno che ha fatto vedere ottime capacità di adattamento. Impara in fretta e con quei due piedi può davvero fare quello che vuole

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi