Formula 1, GP Francia, Ricciardo penalizzato: "Nessun rimpianto, era giusto provarci"

Formula 1

Doppia penalità a Ricciardo per le manovre nell'ultimo giro del GP di Francia su Norris e Raikkonen. L'australiano passa così dal 7° all'11° posto. Le sue parole sui social: "Era giusto provarci, non ho rimpianti. Mi dispiace per il team"

GP FRANCIA: 1° HAMILTON, 3° LECLERC, 5° VETTEL

CLASSIFICHE - CALENDARIO

Non è stato solo il duello per il secondo posto tra Bottas e Leclerc, ad accendere il finale del GP di Francia: bagarre anche per la zona punti, protagonisti Norris, Raikkonen e Ricciardo. Quest'ultimo, arrivato settimo al traguardo, è stato beffato nel post gara. I commissari lo hanno infatti penalizzato per un totale di 10 secondi: 5 per essere rientrato in pista in maniera non sicura, costringendo Norris fuori dal tracciato; altri 5 per aver sorpassato Raikkonen in maniera illecita, sfruttando una porzione di asfalto esterno alla pista. Ricciardo è così scivolato dalla settima all'undicesima posizione, e ha perso 3 punti sulla patente: 2 per la manovra su Norris; 1 per quella su Raikkonen. 7° Kimi, alle sue spalle completano la top ten Hulkenberg, Norris e Gasly.

La classifica finale

 

La risposta di Ricciardo

"Se ti accontenti e resti dietro non sei un campione", le prime parole di Ricciardo dopo aver saputo di essere sotto investigazione. In seguito alla decisione dei Commissari il pilota ha risposto sui social, sia su twitter sia su Instagram. "Nessun rimpianto, era giusto provarci. Avremmo dovuto chiudere la gara con il doppio dei punti. Mi spiace per il team".

I più letti