user
13 aprile 2018

Formula 1, SkySpy dal GP di Cina: la Renault è pronta a osare di più

print-icon
sky

Prima l'affidabilità, poi la performance. Dalla sede di Viri Chatillon è arrivato l'invito a Red Bull, McLaren e Renault: è l'ora di spingere. L'obiettivo ambizioso è quello di colmare il gap con Mercedes e Ferrari. GP Cina, la gara in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207) domenica alle 8.10. Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

GP CINA LIVE, CLICCA QUI

LA GRIGLIA DI PARTENZA

TEMPI E CLASSIFICHE

Passo dopo passo la power unit Renault spera di poter ridurre il margine che la separa da Ferrari e Mercedes. La distanza da colmare non è cosa da poco, ma nella sede di Viry Chatillon gli obiettivi sono ambiziosi. Nella prima giornata di attività in pista a Shanghai è arrivata una conferma importante per le squadre motorizzate dalla power unit francese (Red Bull, McLaren e Renault stessa) una sorta di via-libera: potete spingere! Alla vigilia di questo Mondiale la politica della Renault è stata subito chiara: prima l’affidabilità poi la performance. Il regolamento tecnico entrato in vigore nel 2018, che impone l’utilizzo di sole tre power unit per l’intero campionato, ha comportato un grande sforzo sul fronte dell’affidabilità, un elemento destinato a diventare cruciale nell’economia del Mondiale 2018. I test invernali e le prime due gare della stagione sono servite ai tecnici della Renault per monitorare la tenuta della nuova power unit, un progetto ex-novo che ha richiesto uno sforzo notevole in termini tecnologici ed economici. Le valutazioni effettuate dopo il Gran Premio del Bahrain hanno dato esito favorevole, ed è così arrivato l’okay per l’utilizzo di mappature più spinte, che saranno a disposizione per la prima volta nelle qualifiche di Shanghai, pista molto sensibile alla potenza dei propulsori.

I piani successivi della Renault prevedono un importante upgrade alla MGU-K che arriverà in pista con la power unit numero 2, attesa nel Gran Premio del Canada o nella tappa successiva, la gara di casa sul circuito Paul Ricard. Nella seconda parte del Mondiale (power unit 3) arriveranno anche delle evoluzioni all’unità termica, che esordiranno insieme a un nuovo carburante.
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più letti di oggi