user
12 novembre 2018

Formula 1, highlights del GP del Brasile e classifiche

print-icon

La vittoria di Hamilton, già campione del mondo, consegna alla Mercedes anche il quinto titolo costruttori di fila. Vittoria decisa anche dall'incidente tra il doppiato Ocon e un super Verstappen. Raikkonen porta la Ferrari sul terzo gradino del podio, Vettel solo sesto. Abu Dhabi la prossima e ultima tappa della stagione

LE PAGELLE DI VANZINI

VIDEO. VERSTAPPEN, SPINTE E INSULTI A OCON

La Mercedes sbanca anche il Mondiale 2018. Il britannico Lewis Hamilton, già incoronato in Messico campione del mondo di Formula 1, ha vinto a San Paolo il Gran Premio del Brasile e ha consegnato così alla scuderia tedesca il titolo costruttori del campionato. Il team guidato dall' austriaco Toto Wolff conquista così il quinto titolo costruttori consecutivo sul circuito di Interlagos, firmando per il quinto anno consecutivo anche la 'doppietta' con il campionato piloti. Per Hamilton si è trattato del 72esimo successo della carriera, salito sul podio più alto dinanzi all'olandese olandese Max Verstappen (Red Bull) e al ferrarista Kimi Raikkonen. Il terzo gradino del podio salva una domenica amara della Ferrari, con Vettel sesto alla bandiera a scacchi.

La classifica costruttori

Per la Ferrari una missione impossibile

La missione era 'impossibile' per la Ferrari ma la speranza di strappare alla Mercedes il titolo costruttori si è spenta nelle prime curve del GP del Brasile, quando Lewis Hamilton e Valtteri Bottas sono scappati, lasciando indietro le Rosse. L'inglese, grazie anche alle disavventure capitate al solidissimo Max Verstappen, ha vinto la sua ennesima gara della stagione, assicurando al team anche la corona più apprezzata, quinta consecutiva. Il finlandese ha fatto il suo dovere di scudiero, rallentando per quanto possibile il peraltro non travolgente tentativo di rimonta di Kimi Raikkonen, terzo al traguardo, e Sebastian Vettel, sesto e mai davvero in palla. Grande la prova delle Red Bull e soprattutto dell'olandese, che si è dovuto accontentare del secondo posto per una follia del doppiato Esteban Ocon, ma anche Daniel Ricciardo, quarto, ha fatto scintille con numerosi sorpassi.

L'episodio chiave

Si consuma al 44esimo giro, quando il doppiato Ocon azzarda una manovra aggressiva con la sua Force India e va a sbattere contro la Red Bull di Verstappen, fino a quel momento in testa. Nel post gara un'accesa polemica fatta di spintoni e insulti da parte del belga-olandese che poi verrà sanzionato dai commissari con due giornate di "servizi sociali" da sostenere sotto l'egida della FIA. Dopo i pit, a metà gara, come detto Verstappen era davanti a tutti e sembrava imprendibile, fino all'urto con Ocon, che ha pagato il suo grave errore solo con uno Stop&Go di 10 secondi

Ocon lo travolge, Verstappen una furia: alza il dito medio

Il tweet della Ferrari ai campioni

Oltre a Vettel, che nel post gara si è complimentato con i rivali della Mercedes per la stagione, anche tutta la Ferrari ha omaggiato i campioni del 2008 con un post su Twitter.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi