Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
13 giugno 2019

Vettel penalizzato al GP del Canada, Ferrari: niente appello. Ma non finisce qui

print-icon

La scuderia di Maranello non farà appello contro la penalità di 5 secondi che ha impedito al pilota tedesco di vincere il Gran Premio del Canada. Ma è al lavoro per raccogliere nuovi elementi che potrebbero portare al cambio della regola sportiva

FOTO. LA RICOSTRUZIONE CHE SCAGIONA LA FERRARI

PIRRO, PARLA IL COMMISSARIO CHE HA SANZIONATO VETTEL

Non hai Sky? Guarda la F1 live su NOW TV!

La Ferrari va avanti per la sua strada per cercare alla fine di portare a casa qualcosa dalla vicenda Canada.
Che la sanzione ricevuta, non fosse da regolamento appellabile, era già ben chiaro a tutti, ancora da scoprire invece quale mossa volesse fare la rossa. Fare normale appello rischiando la scontatissima risposta 'grazie, ma non è appellabile', tenendo dalla sua l'opinione pubblica e un pugno di mosche, o andare avanti seguendo una strada più contorta, ma piu efficace? A Maranello non mollano e quindi come prevedibile si affideranno al right of review, il diritto di revisione previsto da codice sportivo al punto 14.1.1. In sostanza chi ha subito una sentenza no può appellarsi a tale, ma se ritiene di avere in mano degli elementi che non sono stati utilizzati per giudicare, li può presentare. La Ferrari quindi, consapevole che l'appello sarebbe stato da regolamento rigettato, sta raccogliendo e presenterà tutte le evidenze con l'intenzione, non di andare a muro contro muro con la federazione e la decisione degli steward (tra i quali ricordiamo l'italiano Pirro) ma di aiutare la federazione a rivedere la regola e la procedura. Poi starà alla federazione decidere se cambiare la regola ed eventualmente renderla retroattiva la decisione. Se vogliamo un caso analogo fu applicato per frenare l'esuberanza di Verstappen modificando, dopo alcune mancate sanzioni - su pressioni degli altri, tra questi ferrari - la regola sulle mosse legali in caso di difesa della posizione. Beh, chi fu il primo a pagarne le conseguenze? Vettel, in Messico, per essersi difeso con Ricciardo trasgredendo la nuova parte di regolamento. I casi della vita...

In soldoni la Ferrari non passa dalla porta principale già saldamente sbarrata, ma entra dalla finestra cercando di arrivare alla porta dall'interno per cambiare le valutazioni del futuro, ma anche per cercare di aprire da dentro il portone mondiale chiuso in faccia domenica dalla quantomeno discutibile decisione dei commissari.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi