Caricamento in corso...
07 luglio 2017

Iannone: "Questa pausa estiva è la più difficile della mia vita"

print-icon

Il pilota della Suzuki, in esclusiva a Sky Sport 24, ha analizzato la sua prima metà di stagione: "Sto vivendo una situazione molto pesante, ma non voglio mollare. Queste sono lezioni di vita importanti che ti fanno riflettere tanto, proverò a riportare la Suzuki ai vertici"

Andrea Iannone, quel ragazzo sfrontato che sfidava la velocità e le curve a tutto gas, sembra essere cambiato dopo appena un anno. Il passaggio dalla Ducati alla Suzuki sembra aver reso più triste un pilota che ci aveva abituato a un carattere solare e guascone, dentro e fuori dalla pista. Iannone ha analizzato la sua prima metà di stagione in esclusiva a Sky Sport 24. Ecco le sensazioni del pilota Suzuki dopo le prime nove gare, alle quali segue adesso la pausa estiva del Motomondiale: “Sicuramente questa è la pausa più difficile della mia vita. Come sempre continuo a fare il mio lavoro e ad allenarmi tutti i giorni, mattina e pomeriggio, e poi passo le giornate a casa a riposarmi un po’ dalla stanchezza accumulata. Si tratta della pausa più difficile perché abbiamo avuto difficoltà dall’inizio della stagione fino a ora, quindi quando fatichi a fare risultati la situazione ti pesa e a me non fa piacere. Queste sono lezioni di vita importanti che ti fanno riflettere tanto e che ti rendono felice di essere come sei, cerco di reagire ogni giorno senza perdere di mira l’obiettivo, provando a riportare la Suzuki ai vertici”.

"Continuerò a dare il 100%"

Iannone, con estrema lucidità, prova ad analizzare i motivi del suo feeling ancora da trovare con la Suzuki: “È un momento difficile perché stiamo sviluppando una moto che aveva un regolamento diverso rispetto a quello di quest’anno. Ci sono vincoli che l’anno scorso la Suzuki non aveva, cerchiamo di adattarci, ma non è semplice. La moto ha una base estremamente buona, potrebbe diventare molto competitiva. Sono contento della gara al Sachsenring, anche se è finita con una scivolata, ma continueremo a remare. In Germania sono riuscito ad avere un passo buono per tutta la gara. Al Sachsenring abbiamo fatto passi in avanti secondo me, è un aspetto a cui noi ambivamo tanto e quindi credo che abbiamo una buona base per fare un’ottima seconda parte di stagione, ovviamente continuando a dare il 100%. Lavoriamo per ottenere il miglior risultato possibile senza mollare assolutamente niente”.

la stagione con la suzuki

tutti i video di motogp