25 agosto 2017

Moto2, Silverstone: Marquez il più veloce nelle libere del venerdi

print-icon

Lo spagnolo brilla nella prima giornata di prove sul circuito inglese. Rapido e costante sul passo, anticipa Oliveira e Pasini. Solo settimo Franco Morbidelli, scivola Luca Marini a 3 minuti dal termine della FP2, si rivedono davanti Aegerter (Suter) e Lorenzo Baldassarri. Positivo inizio per Stefano Manzi, chiude in coda il suo ritorno Alex De Angelis, chiamato a sostituire Xavier Simeon

RIVIVI LA CRONACA DELLE LIBERE

LA PROGRAMMAZIONE DEL GP DI GRAN BRETAGNA

MOTORI, SUPERWEEKEND: F1 A SPA

La prima giornata di prove a Silverstone si chiude all’insegna di Alex Marquez. E’ lui il più veloce sul giro secco (2.07”491) ma anche il più rapido sul passo gara con diversi giri inanellati sul 2.07 alto e 2.08 basso. Alle sue spalle Miguel Oliveira a più di due decimi e poi Mattia Pasini a chiudere la prima fila virtuale. Il riminese è apparso in forma e in costante miglioramento dopo il primo turno del mattino chiuso in nona posizione.

Non è invece riuscito ad avvicinare il pilota spagnolo Franco Morbidelli che ha concluso il venerdì di prove libere in settima posizione a quasi 8 decimi dal compagno di squadra. A parziale consolazione per il leader della classifica, i soli 61 millesimi che lo separano da Thomas Luthi, l’avversario diretto in campionato. Ma sia in velocità pura, sia sul passo a Morbidelli serve un deciso passo in avanti (circa mezzo secondo sul ritmo gara).

A sorpresa si sono rivisti nelle prime posizioni Dominique Aegerter, uno dei quattro piloti dotati di telaio Suter (primo in FP1 e quinto in FP2), e Lorenzo Baldassarri che si è piazzato subito alle spalle del connazionale Morbidelli. Un segnale incoraggiante per il pilota Forward dopo l’incidente di Assen che ne ha condizionato le prestazioni successive. Completa la terza fila virtuale, tutta italiana, Simone Corsi (2.08”390), ma sfiora soltanto un buon piazzamento, causa scivolata a 3 muniti dalla fine del secondo turno, Luca Marini, a lungo tra i più veloci nel pomeriggio e decimo infine con il suo miglior tempo (2.08”441).

In ombra per tutta la giornata Francesco Bagnaia che aveva ormai preso confidenza con le posizioni di vertice fin dai turni liberi. Per lui può valere la considerazione sulla difficoltà rappresentata da un circuito, a giudizio di tutti i piloti, ostico da interpretare e sul quale lui corre per la prima volta in Moto2. Buon tredicesimo Stefano Manzi, solo venticinquesimo a fine giornata Andrea Locatelli, tre posizioni meglio di Alex De Angelis chiamato dal team Tasca a sostituire l’infortunato Xavier Simeon. Va però ricordato che il sammarinese ha corso le ultime stagioni in Superbike dopo aver lasciato la Moto2 nel 2014, con tre vittorie alle spalle.

Moto2 GP Gran Bretagna - Tempi combinati FP1-FP2 (top 25)

La gara di MotoGP domenica alle 16:30

I PIU' VISTI DI OGGI