24 settembre 2017

Andrea Dovizioso, 9 punti nel GP di Aragon sono pochi: "Si poteva fare di più"

print-icon

Finale amaro ad Aragon per Dovizioso, che chiude settimo scalando a -16 da Marquez, vincitore sul circuito spagnolo: "Abbiamo perso un bel po' di punti, peccato... Abbiamo fatto troppa fatica da metà gara in avanti. La lotta al titolo? Sarà dura, ma ci proviamo fino alla fine". Di tutt'altro umore Jorge Lorenzo al termine della gara: "Cresce il feeling con la moto, ci stiamo avvicinando alla vittoria"

L'ORDINE D'ARRIVO - LA CLASSIFICA

CONDO' SU ROSSI: UN ARTISTA CHE NON SMETTE DI STUPIRE

RIVIVI LE EMOZIONI DELLA GARA

Settimo posto ad Aragon per Andrea Dovizioso, vittoria per Marc Marquez ad Aragon, 19esimo Gran Premio della stagione: il risultato è che il pilota italiano guadagna solo 9 punti salendo a quota 208, mentre lo spagnolo della Honda ne raccoglie 25 e scappa in cima alla classifica del Mondiale in solitario a +16 su Dovi. "Peccato, abbiamo perso un bel po' di punti", ammette Dovizioso a fine gara, "In generale non andavo male, mi son messo nella posizione giusta dopo la partenza, anche la scelta della gomma è stata buona, si poteva fare di più di quello che abbiamo fatto". Ora mancano quattro gare alla fine della stagione: il Motomondiale si sposterà in Giappone, Australia, Malesia, Valencia.

"Con le poche prove non siamo riusciti a individuare i punti dove in gara perdevo troppo, principalmente all'uscita dalla 15, e quando gli altri hanno iniziato a spingere di più ho accusato il colpo. Per quello che avevo ho fatto il massimo", aggiunge, "Marquez ci ha dimostrato che le Honda vanno forte, poi c'è anche Vinales che non molla… Sarà dura, ma ci proviamo fino alla fine". Terzo il compagno di scuderia Jorge Lorenzo: "Ha fatto una gara migliore, a noi è sfuggito qualcosa. E' stato competitivo ieri e poi oggi ha condotto un grande GP".

L'amarezza di Dovi

Lorenzo: “Stiamo crescendo, ci stiamo avvicinando alla vittoria”

“Mi aspettavo un finale difficile con gomma morbida, anche perché si era consumata soprattutto sul lato sinistro. Però era l’unica opzione per essere competitivi. Con gomma media c’era troppo differenza di grip, magari saremmo stati più costanti ma mezzo secondi più lenti e non sarei rimasto davanti tanti giri. La cosa importante è che stiamo crescendo, ci stiamo avvicinando alla vittoria e cresce il feeling con la moto. Ogni gara proviamo qualcosa che mi permette di andare un po’ più forte e posso forzare. Mi manca qualcosina in curva, facciamo tanti metri e perdiamo rispetto alla Honda. Migliorando questo punto saremo ancora più competitivi”.

Jorge a un passo dal trionfo

Mondiale di MotoGP 2017, tutti i video

I PIU' VISTI DI OGGI